Genoa-Palermo, l’analisi tattica della partita

396
Genoa-Palermo
Genoa-Palermo, l’analisi tattica della partita

GENOVA – Una serata di ordinaria follia. Si potrebbe riassumere così quella vissuta allo stadio “Ferraris”,  dove il Palermo ha battuto il Genoa per 4-3. Un risultato che ha dell’incredibile, perché è vero che la squadra rosanero ha giocatori di qualità, su tutti Nestorovski, ma è altrettanto vero che é arrivata a Genova come fanalino di coda del campionato e, soprattutto, aveva finora realizzato solo 11 reti.

Quattro schiaffi dai rosenero

Ieri sera ne ha messe a segno ben 4. Merito della “voglia di rialzarsi” annunciata alla vigilia da mister Corini, ma colpa anche dei troppi errori difensivi della squadra rossoblù e, soprattutto, di una prestazione disastrosa di Ntcham, subentrato all’infortunato Veloso al 28′ del primo tempo e mai entrato in partita.

Segno zero

Zero passaggi completati, zero contrasti vinti, zero recuperi. Zero in tutto, tranne che per il numero di palloni persi. Sempre fuori posizione, nonostante le doti fisiche il francese ha dimostrato di non avere né forza ne velocità. Il suo ingresso in campo ha cambiato, in negativo per il Genoa, la partita.

Che “frittata” Perin

Un altro  da “condannare” è Perin. Un giocatore del suo livello e con ambizione di diventare il futuro “numero uno” della Nazionale non può commettere un fallo di reazione così plateale. “Campioni” si é non solo per le prestazioni sportive ma anche e soprattutto per il comportamento. E il portiere rossoblù ha dimostrato di avere ancora tanto da imparare da Buffon.

Simeone che conferma

Per il resto si é  avvertita la mancanza di Veloso, a scapito delle critiche che ultimamente lo bersagliano,  Izzo é apparso leggermente sottotono, forse per via delle recenti vicende giudiziarie che lo riguardano, Simeone ha segnato due gol e ancora una volta non ha fatto rimpiangere Pavoletti.

Il campionato del Palermo riparte da qui, da questa vittoria esterna in rimonta e da questi quattro gol. Prossima sfida l’importantissimo scontro diretto con il Pescara. E chissà …