Gillet: “Lo spogliatoio è unito. La crisi? Figlia di una serie di motivi”

Gradito ospite di ‘Il Bianco e il Rosso’, in onda sulle frequenza dell’emittente barese TeleBari, l’estremo difensore del Bari, Jean Francois Gillet, ha parlato della situazione in casa biancorossa. Il portiere belga, oltre alla solita analisi, ha voluto sottolineare e fare chiarezza sulle presunte voci che vorrebbero lo spogliatoio biancorosso spaccato, animato da rapporti non più positivi tra i giocatori e lo stesso mister Ventura: “Innanzitutto voglio dire ai tifosi che sono qui per loro perchè sono sempre accanto a noi nonostante i risultati disastrosi. Abbiamo sentito anche noi queste voci che vogliono uno spogliatotio spaccato. Smentisco tutto cio’ e vi dico siamo tutti uniti e che remiamo tutti nello stesso senso. Esonerare il mister non avrebbe senso”.

Il discorso, poi, è scivolato su quelle che potrebbero essere le cause di questa profonda crisi. Il numero uno del Bari, in tal senso, ha dichiarato: “Sono una serie di concause. Innazitutto i troppi infortunati, poi c’è anche un discorso tattico perchè gli avversari ci conoscono e non riusciamo a fare le nostre giocate.Inoltre c’è anche da tenere presente che quando sei ultimo aumenta la tensione nervosa, non giochi tranquillo e bruci piu’ energie fisiche e mentali. In estate la società ha operato bene confermando i migliori e ha preso giocatori di buon livello.Certo che perdere due come Bonucci e Ranocchia non è semplice..loro interpretavano alla perfezione il gioco di Ventura in fase di partenza d’azione.Tuttavia non credo che il nostro fallimento sia dovuto a questo,ricordiamoci che Ranocchia ha giocato solo 6 mesi!”

[Andrea Dipalo – Fonte: www.tuttobari.com]