Giro d’Italia 2024, l’ordine d’arrivo della nona tappa

34

logo giro d'italia 2024

Prima vittoria in un Grande Giro di Olav Kooij con arrivo sul Lungomare Caracciolo di Napoli, sul podio anche Jonathan Milan e Juan Sebastian Molano

NAPOLI – E’ una volata di gruppo a chiudere la prima settimana del Giro d’Italia 107 con il Lungomare Caracciolo di Napoli, gremito, che ha ospitato la prima vittoria in un Grande Giro di Olav Kooij, bravo ad avere la meglio di Jonathan Milan al termine di un testa a testa avvincente. E’ stato nuovamente un finale al fulmicotone, acceso dall’attacco di Jhonatan Narvaez sullo strappo di Posillipo. La prima Maglia Rosa di questa edizione è andata vicina al successo ma ha dovuto inchinarsi al ritorno del gruppo, trainato nel finale anche dall’attuale Maglia Rosa Tadej Pogacar, con il ricongiungimento che è avvenuto a 30 metri dal traguardo. Lo sloveno ha lavorato in prima persona per agevolare lo sprint del suo compagno di squadra Juan Sebastian Molano, che ha chiuso al terzo posto.

CLASSIFICA GENERALE

1 – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
2 – Daniel Felipe Martinez (Bora – Hansgrohe) a 2’40”
3 – Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) a 2’58”

ORDINE D’ARRIVO

1 – Olav Kooij (Team Visma | Lease a Bike) – 214 km in 4h44’22”, media di 45.153 km/h
2 – Jonathan Milan (Lidl-Trek) s.t.
3 – Juan Sebastian Molano (UAE Team Emirates) s.t.

LE MAGLIE UFFICIALI

Le Maglie di leader del Giro d’Italia sono disegnate e realizzate da Castelli.

Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e ITA Italian Trade Agency – Jonathan Milan (Lidl-Trek)
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) – indossata da Daniel Felipe Martinez (Bora – Hansgrohe)
Maglia Bianca, leader della Classifica Giovani, nati dopo il 01/01/1999, sponsorizzata da Eataly – Cian Uijtdebroeks (Team Visma | Lease a Bike)

DICHIARAZIONI A CALDO

Il vincitore di tappa Olav Kooij, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “La mia prima vittoria di tappa in un Grande Giro era quello che cercavo, al termine di una settimana difficile e sfortunata per la nostra squadra. Non eravamo sicuri di riuscire a prendere i corridori in fuga, ma la squadra si è impegnata. I ragazzi mi hanno messo in una posizione ideale. È stata dura, ma volevo davvero questa prima vittoria in un Grande Giro e spero che ce ne siano molte altre in futuro”.

La Maglia Rosa Tadej Pogacar ha detto: “Non sono diventato un ultimo uomo per le volate, ma ho voluto lavorare per Molano. Non ha vinto, ma il terzo posto è un buon risultato e sono stato felice di aiutare un amico. Ho un buon vantaggio prima del primo giorno di riposo. È bello passarlo a Napoli. Abbiamo già visto scenari bellissimi dall’inizio del Giro. Un po’ di pizza renderà il tutto più piacevole prima di riprendere la corsa martedì”.

CONFERENZA STAMPA

Il vincitore di tappa Olav Kooij ha dichiarato in conferenza stampa: “Vincere al primo Grande Giro è speciale, e dà continuità ai successi ottenuti negli ultimi due anni. La volata è stata caotica, non eravamo sicuri di riprendere Narvaez e ho lanciato lo sprint un po’ alla cieca. Sul traguardo, con la coda dell’occhio, mi sono accorto che era dietro, e così anche Milan. Con lui è stato un bel duello, e tanti ce ne saranno nei prossimi anni perchè l’età è dalla nostra. La perdita di Laporte è stata grave, perchè nei finali di corsa è fondamentale nel pilotarmi, quindi dobbiamo adattarci, anche sfruttando il lavoro delle altre squadre”.

La Maglia Rosa Tadej Pogacar ha detto: “Molano è un amico, oltre ad essere un compagno di squadra, e ho voluto dargli una mano dopo il lavoro che ha svolto per me negli ultimi giorni. E’ arrivato terzo, un risultato che gli darà fiducia per i prossimi giorni. Domani dovrebbe essere una bella giornata di sole, me la godrò con una pedalata tranquilla, un bel caffè, e la visione dei bei panorami partenopei. E’ la mia prima volta a Napoli e proverò a viverla da turista. Sarò pronto e al 100% già martedì”.

STATISTICHE

33^ vittoria da professionista per Olav Kooij, la 33^ vittoria di tappa al Giro per l’Olanda, nel 71° anniversario del primo successo olandese al Giro, Wim Van Est ad Abano Terme, 1953.

Olav Kooij è il primo olandese che vince una volata di gruppo al Giro dal 1999, Jeroen Blijlevens a Messina davanti a Jan Svorada e Massimo Strazzer.

Olav Kooij, a 22 anni, 6 mesi, 25 giorni è il più giovane vincitore olandese nella storia del Giro. Batte Michel Stolker: 22 anni, 8 mesi, 3 giorni, Bologna 1956.