Higuain nell’ArgentInter? Idea interessante, ma gli ostacoli son tanti

Il nome nuovo per l’attacco dell’Inter, emerso nelle ultime ore, è quello di Gonzalo Higuain. El Pipita, 24 anni da compiere, non sembra affatto un nome azzardato, anzi l’argentino, ennesimo nome Albiceleste accostato alla squadra nerazzurra in questi giorni, è in possesso di  quelle caratteristiche che possono fare al caso dell’Inter di oggi: Higuain sarebbe infatti perfetto per l’attacco a 3 che ha in mente Gasperini, coi suoi 184 cm e la sua grande forza fisica, ma anche per la sua duttilità: Higuain, nato calcisticamente come prima punta, può all’occorrenza giocare anche da esterno, nel ruolo che fino ad oggi è stato ricoperto da Eto’o. Meno tecnico del camerunese, è comunque in possesso di grande qualità nel dribblare gli avversari, così come sono ottime le qualità da prima punta, come dimostrano anche i numeri. Arrivato al Real Madrid nel 2007, Higuain in 127 partite ha realizzato 69 gol. Un gol ogni due partite, media ottima, per un attaccante che può giocare anche da esterno. Anche se ora sul futuro del Pipita con la camiseta blanca si addensano delle nubi, legate essenzialmente al possibile arrivo di Neymar, il giovane asso brasiliano sul quale il Real ha messo le mani da tempo.

Perfetto quindi per il modulo che ha in mente Gasperini, visto che sarebbe garantito un esterno da almeno 10-12 gol stagionali. Sono tanti però i motivi per cui è difficile ipotizzare una trattativa Higuain-Inter. Uno su tutti: José Mourinho. Bisognerà infatti capire cosa passa nella testa dello Special One a proposito di Higuain. Probabilmente, l’ex tecnico portoghese, con tutta la stima e l’affetto che ancora lo legano all’Inter, si priverà a fatica dell’argentino, sul quale ha comunque fatto sempre affidamento; l’affare si farebbe ancora più complicato se Neymar, chiave di volta di tutto il discorso, decidesse di rispondere picche al Real (e le ultime dichiarazioni dove afferma che il Barça è il club numero uno al mondo, anche se dette in prospettiva Mondiale per Club, non sono incoraggianti). Anche l’ingaggio dell’attaccante è un ostacolo da non tralasciare, in quanto Higuain guadagna circa 5 milioni annui. Il costo del cartellino si aggira sui 20-25 milioni, ma è risaputo che al Real piacciono parecchi giocatori dell’Inter, a partire da Maicon.

San Siro nerazzurra potrebbe trasformarsi presto in un’arena, al ritmo di tango argentino: presto capiremo se su questa pista ci sarà spazio anche per il Pipita

[Riccardo Gaito – Fonte: www.fcinternews.it]