I gol più belli di Serie A di tutti i tempi

235

Acrobazie incredibili, azioni memorabili

Ecco la classifica dei migliori cannonieri del campionato di Serie A di tutti i tempi. Dopo il quasi irraggiungibile Piola, troviamo Nordahl, Meazza, Altafini e soprattutto Francesco Totti, che nonostante gli acciacchi e l’età promette ancora gol a grappoli e la sicura scalata di altre posizioni. Dopo Totti ci sono altri calciatori ancora in attività, ovvero Di Natale (per lui traguardo dei 200 in A),  Del Piero a 188, e a 205 un altro calciatore “moderno”, ovvero Roberto Baggio. Non possiamo non citare l’indimenticabile Ronaldo Luís Nazário de Lima, conosciuto semplicemente come Ronaldo che vanta, con la Nazionale brasiliana, 98 presenze e 62 gol; si è laureato per due volte campione del mondo, nel 1994 e nel 2002, per due volte campione d’America nel 1997 e nel 1999 e per una volta vincitore della Confederations Cup nel 1997. Soprannominato O Fenômeno (in italiano Il Fenomeno), è considerato uno degli attaccanti più prolifici nonché uno dei migliori giocatori della storia del calcio.

Nominato per tre volte giocatore dell’anno dalla FIFA nel 1996, nel 1997 e nel 2002 – primato condiviso con Zinedine Zidane, Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. Ha vinto due volte il Pallone d’oro, la prima nel 1997 e la seconda nel 2002. Inserito da Pelé nel marzo 2004 nella FIFA 100, la lista dei 125 migliori calciatori viventi, si è classificato in 13ª posizione nella lista dei 100 migliori giocatori del XX secolo. Ha detenuto fino all’edizione del 2014 il titolo di miglior marcatore dei Mondiali con quindici gol (quattro nel 1998, otto nel 2002 – quando si è laureato capocannoniere della competizione – e 3 nel 2006).

Approda al Milan Il 30 gennaio 2007, dopo una lunga e complessa trattativa, per la cifra stratosferica di di 7,5 milioni di euro. Ronaldo ha firmato un contratto con il Milan fino al 30 giugno 2008. L’esordio in campionato con il Milan è avvenuto l’11 febbraio 2007. Nella giornata successiva, in trasferta contro il Siena, ha realizzato una doppietta nell’incontro vinto dal Milan per 4-3. Infine, nel derby dell’11 marzo 2007, ha realizzato il gol del provvisorio 1-0 contro l’Inter, la quale ha poi vinto l’incontro 2-1. Nel complesso l’acquisto di Ronaldo ha segnato una svolta nella stagione del Milan, portando la squadra a qualificarsi alla Champions League.

Un infortunio alla coscia sinistra, porta il campione a saltare la prima parte della stagione 2007-2008. Il 4 novembre 2007, dopo 3 mesi di assenza dai campi, Ronaldo è stato convocato da Carlo Ancelotti per la trasferta del 6 novembre contro lo Šachtar. Convocato anche per la successiva gara di Champions League del 28 novembre contro il Benfica, non è però sceso in campo poiché ha subito un nuovo infortunio, questa volta al polpaccio, durante il riscaldamento pre-sostituzione. Ha stentato a riprendersi da tale infortunio e non si è allenato coi compagni in Giappone prima del Mondiale per club 2007. È tornato in campo dopo l’infortunio il 13 gennaio 2008 a San Siro contro il Napoli segnando 2 gol nella vittoria per 5-2.

Il 30 giugno 2008 scaduto il contratto con il Milan, decide di non rinnovarlo per la stagione seguente. Dopo essersi ritirato dal calcio giocato, Ronaldo nel 2011 ha fondato, insieme a Marcus Buaiz, la “9ine Sport & Entertainment”, una società di sportmarketing che si occupa della gestione dell’immagine di calciatori e sportivi Brasiliani.

Ronaldo durante la sua carriera ha totalizzato 518 presenze e 352 reti con le squadre di club. Con la Nazionale maggiore brasiliana ha totalizzato 98 presenze e 62 reti. La media realizzativa con le squadre di club è di 0,68 reti/partita mentre quella con la Nazionale maggiore è di 0,63. Complessivamente tra squadre di club e Nazionale ha collezionato 616 presenze e 414 reti con una media di realizzazione pari a 0,67 gol/partita. Nelle coppe per nazionali di calcio è il giocatore che ha segnato più reti nella storia : 25 (15 coppa del mondo 10 Coppa America ).

Il fenomeno dopo aver lasciato il calcio, ha iniziato una nuova carriera al tavolo verde con i colori del team PokerStars, la più grande Poker Room al mondo e, dopo aver partecipato a diversi tornei di poker in Brasile, è finalmente tornato in Europa dove, tra Italia e Spagna, ha dominato la scena calcistica degli ultimi anni.

E così, dopo la partecipazione alla prima tappa del PokerStars European Poker Tour di Barcellona, Ronaldo è tornato anche in Italia per salutare i suoi tifosi e, insieme alla sua nuova squadra partecipa all’Italian Poker Tour di Sanremo raccogliendo fondi da destinare in beneficenza. “Ho sempre cercato di raggiungere il meglio in tutto, nel calcio come nella vita – ha spiegato Ronaldo – Il poker è una nuova sfida che mi eccita: leggere il gioco, capire gli avversari e trovare il modo migliore per vincere. Ho scoperto il poker già da un po’ di tempo, e ho scelto PokerStars perché è la più grande community di appassionati di questo sport”.

Insomma sembra che con questa avventura per il supercampione abbia intenzione di continuare ad emozionarci.

Articoli correlati