I media spingono Tevez, ma il vero obiettivo rimane Alexis Sanchez

Carlos Tevez è un nome che entra ed esce dal mondo Inter in maniera ciclica. Stando alle ultime indiscrezioni, giovedì sera sembra che ci siano stati dei contatti, nella sede nerazzurra o in un ristorante milanese (a riguardo le versioni sono differenti), tra la società e l’entourage dell’attaccante argentino in forza al Manchester City.

Da questo incontro sembrano essere emersi i numeri della trattativa: 45 milioni, il costo del cartellino, da versare nelle casse dello sceicco Mansour, e 9 milioni di ingaggio annui, che l’ex Boca Juniors dovrebbe percepire. Cifre astronomiche che l’Inter non sembra disposta a coprire. Perciò, per poter limare la trattativa e avvicinare le due società, si potrebbe arrivare all’inserimento di contropartite importanti.

Secondo il Corriere dello Sport, i Citizens sono pronti a chiedere all’Inter l’inserimento di Goran Pandev e Diego Milito, giocatori appetiti nonostante l’annata tutt’altro che esaltante. Non solo: la squadra di Mancini segue con interesse Wesley Sneijder, e vuole cercare di anticipare il Chelsea e il Manchester United, anch’esse sul talento olandese. Difficile, se non impossibile, che l’Inter si privi del suo numero dieci, come è difficile che ci si possa privare di Milito e di Pandev, a meno di un’offerta concreta per questi ultimi. Per il macedone si è parlato di Bayern, anche se non si è arrivati a una proposta dalla Germania. Stesso discorso per il Principe, l’estate scorsa nel mirino del Real Madrid.

Offerte concrete ci possono essere (e ci saranno) per Alexis Sanchez, vero obiettivo nerazzurro. Oggi, la Gazzetta ha scritto che Mancini è pronto a infastidire Moratti, offrendo 30 milioni di euro a Pozzo. L’Inter sembra essere relativamente tranquilla, forte di un accordo verbale con il patron bianconero. A questo punto diventa fondamentale la volontà dell’ala cilena. Rimanere in Italia e sfondare definitivamente in Serie A o cercare l’avventura in Premier League. Al talento di Tocopilla la decisione finale.

[Alberto Casavecchia – Fonte: www.fcinternews.it]