Il Bari chiude per Glick e Okaka e prepara il colpo-Rhodolfo

Il Bari prova a giocare sul tempo sul mercato, per non perderne ulteriore in campionato. Da via Torrebella infatti rimbalzano le notizie riguardanti gli ingaggi del difensore polacco Kamil Jacek Glik e dell’attaccante italiano Stefano Okaka. Sia per il primo, il cui cartellino è di proprietà del Palermo, che per il secondo, Under 21 che fa parte dell’organico della Roma, si tratterebbe di un prestito gratuito di sei mesi con opzione per il rinnovo per la stagione successiva.

Glick e Okaka sarebbero dunque i primi tasselli che Ventura avrebbe a disposizione per provare la lunga rincorsa alla salvezza, ma non dovrebbero rappresentare la punta dell’iceberg del mercato di riparazione biancorossa. Ai pugliesi, come rimarcato nei giorni socrsi da Ventura, mancano uomini, chilogrammi ed esperienza, tutti requisiti che gli arrivi dei due promettenti giovani non potrebbero garantire.

E infatti Angelozzi continua a lavorare per irrobustire a dovere la scricchiolante banda biancorossa, In tal senso, secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla nostra redazione, il diesse pugliese avrebbe raggiunto l’accordo per l’acquisto del forte difensore brasiliano Rhodolfo, dell’Atletico Paraenense, che qualcuno ha già definito “il nuovo Lucio”. Ventiquattrenne di 193 centimetri, molto forte nel gioco aereo, Rhodolfo arriverebbe a Bari a titolo definitivo, grazie all’intervento del main sponsor biancorosso, la Banca Popolare di Bari. Tuttavia l’ingaggio di Rhodolfo sarebbe vincolato alla questione-extracomunitari, che il Bari vorrebbe risolvere naturalizzando l’argentino Nacho Castillo. Se l’operazione non dovesse andare in porto, ecco che si proverebbe a chiedere alla Juventus la cessione di Nicola Legrottaglie, in scadenza di contratto il prossimo giugno. Altra possibile alternativa sarebbe rappresentata dall’americano Oguchi Onyewu, ventottenne difensore che ha anche disputato il mondiale di Sudafrica.

Ma il mercato barese non finirebbe qui: Ventura ha chiesto quattro, cinque innesti per garantire l’inversione di rotta e la società stavolta parrebbe intenzionata ad assecondarlo. Da via Torrebella hanno provato a chiedere al Palermo, a più riprese, la cessione temporanea di Massimo Maccarone, ma il presidente Zamparini non pare intenzionato a privarsi dell’attaccante. Ecco allora tornare di moda Michele Paolucci, attaccante che a Siena sembra non rientrare nel progetto del duo Conte-Perinetti e che grazie alla sua adattabilità (potrebbe anche ricoprire il ruolo di esterno d’attacco) potrebbe fare al caso di Ventura. Altro nome venuto alla ribalta nelle ultime ore è quello di Davide Di Gennaro, estroso trequartista di proprietà del Milan, attualmente in prestito al Padova. L’affare è però complesso, in quanto il club euganeo vanta sul calciatore il diritto di riscatto della metà del cartellino.

Ancora più intricate paiono le piste che porterebbero a Emiliano Bonazzoli, esperto centravanti attualmente alfiere della Reggina che sta disputando un campionato di vertice in serie B, e a Simone Tiribocchi dell’Atalanta, per il quale vale lo stesso discorso fatto per Bonazzoli: sono calciatori che molto difficilmente cambieranno casacca durante la sessione invernale del calciomercato.

[Mauro Solazzo – Fonte: www.tuttobari.com]