Il mercato interista è sempre in fermento: Ranocchia sia avvicina

Stando a quanto riporta la Gazzetta dello Sport, il mercato nerazzurro, sempre più nella direzione di una linea verde, è in continuo movimento. Oltre ai passi avanti per Andrea Ranocchia, la società deve formalizzare l’acquisto di Luc Castaignos, cercando anche di sgravarsi da ingaggi pesanti di calciatori che vedono poco il campo, come Rivas, Mancini e Suazo. Non si lavora solo in ottica gennaio, ma si naviga anche a vista per giugno. Alexis Sanchez è da tempo nel monitor dei dirigenti nerazzurri: appare difficilissimo che i Pozzo però lo lascino partire a gennaio, motivo per il quale, a bocce ferme, se ne discuterà con molta più tranquillità in estate. Nelle ultime ore è tornato in voga, dopo un po’ di tempo, il nome di Riccardo Montolivo. Il suo contratto va in scadenza nel giugno 2012, e i Della Valle, per poterci guadagnare dovrebbero venderlo, altrimenti c’è il rischio del parametro zero. Ma andiamo con ordine e analizziamo al meglio le situazioni:

RANOCCHIA- Il difensore umbro, da tempo individuato come l’erede di Walter Samuel, doveva essere il primo colpo della campagna acquisti del giugno 2011, ma l’infortunio gravissimo subito da The Wall ha accelerato il suo arrivo in nerazzurro. Preziosi chiede 10-12 milioni di euro. L’Inter punta a pagarlo con qualche milione in meno (8) e vorrebbe inserire qualche contropartita tecnica. Si sono fatti molti nomi, da Santon a Biabiany passando per Destro e Natalino. Il Bambino è ritenuto elemento imprescindibile dalla dirigenza e ora, con l’addio di Benitez, potrebbe trovare più spazio, visto che lo spagnolo, per usare un eufemismo, lo utilizzava col contagocce. Alla fine i nerazzurri potrebbero offrire la metà di Mattia Destro e Natalino e chiudere l’affare. Dopo Natale, come confermato dal ds rossoblù Capozucca ai nostri microfoni, ci sarà un nuovo incontro.

SANCHEZ- La situazione per il Niño Maravilla è un più intricata, almeno per quanto riguarda il mercato attuale. Il cileno potrebbe essere uno dei primi colpi per il mercato estivo nerazzurro. A gennaio è molto difficile il suo approdo, a livello economico (per adesso 25 milioni sono troppi) e soprattutto perché l’Udinese ha bisogno del suo apporto per il resto del campionato. La situazione potrebbe sbloccarsi, in futuro, con una bella cifra, e i prestiti al club friulano di qualche giovane nerazzurro.

CASTAIGNOS- Il talento olandese, accostato in patria a Henry, è stato strappato dall’Inter alle big d’Inghilterra. Branca, a breve, dovrebbe formalizzare l’offerta che lo farebbe divenire nerazzurro, magari cercando di piazzare ingaggi pesanti come Rivas, Suazo e Mancini, giocatori ai margini della squadra, ma che godono di un lauto salario. Sbrogliata la matassa Benitez si discuterà se farlo giungere a gennaio oppure se aspettare la prossima estate.

Il mercato nerazzurro, dunque, è sempre in fermento. In attesa dell’annuncio del nuovo tecnico la dirigenza cerca di chiudere quanti più affari possibile, con un occhio attento al futuro della squadra, con una strategia tesa a far scendere l’età media della rosa.

[Alberto Casavecchia – Fonte: www.fcinternews.it]