Inter, Banega, perché no? Pista spianata, e (ri)spunta un retroscena…

Qualità, talento (per larga parte ancora inespresso), solo 22 anni e tanta voglia di cambiare aria. Questa è la situazione di Éver Banega, gioiellino del Valencia approdato ormai da tre anni in Spagna ma mai convincente come lo fu al Boca Juniors, quando il centrocampista di Rosario incantò per le sue qualità che hanno fatto sognare la ‘Bombonera’, specialmente nell’annata che portò agli Xeneizes la Copa Libertadores del 2007. L’idea è stata lanciata qualche giorno fa, secondo La Gazzetta dello Sport c’è stato un sondaggio da parte dell’Inter, una mossa tutt’altro che sbagliata perché Banega può rivelarsi davvero un affare interessante vista la situazione che al momento lo vede protagonista.

El Tanguito, com’è soprannominato Éver, sta vivendo un periodo particolarmente difficile al Valencia: con il tecnico Unai Emery il rapporto è incrinato da diverso tempo, in Banega maturava la speranza di un addio da parte dell’allenatore che invece proprio ieri ha deciso di rinnovare per un anno il proprio contratto con il club del ‘Mestalla’. Una vera e propria batosta per Banega – come sottolineano in Argentina -, che adesso è pronto a lasciare la Spagna per una nuova avventura, così da rilanciare totalmente le sue quotazioni.

Con il rinnovo di Emery, la pista al momento è totalmente spianata. Il costo dell’operazione non è neanche particolarmente elevato, anzi si aggira intorno agli 8 milioni di euro per un centrocampista di qualità con passaporto comunitario. Proprio quest’ultimo particolare, ed ovviamente anche il vantaggioso prezzo, fanno sì che la pista Banega sia più percorribile di quella che porta a Fernando del Porto, troppo deludente a Dublino sotto gli occhi di Branca quando ci si aspettava dal Polvo una prestazione tale da stregare il d.t. nerazzurro. E allora andare a bussare alla bottega del Valencia per Banega potrebbe rivelarsi mossa saggia: a fine mese Éver compirà 23 anni, è ancora giovane e voglioso di dimostrare tanto, il cartellino costa poco, il ragazzo ha già esperienza internazionale (tre presenze e un gol con la Nazionale maggiore albiceleste) e la situazione con Emery favorisce l’operazione. In più, ad accoglierlo ci sarebbe la folta colonia di argentini che potrebbe trovare un nuovo tassello.

Provare l’assalto al Tanguito, quindi, potrebbe essere anche un’ottima idea, specialmente se dietro c’è qualcuno che ne aveva già segnalato le qualità al presidente Moratti, e qui entra in gioco un vecchio retroscena. Correva l’anno 2008, quando Banega era in prestito all’Atlètico Madrid dal Valencia: in quel momento, a suggerire a Moratti il nome di Éver fu el Pibe de Oro, Diego Armando Maradona, che – come all’epoca svelò il quotidiano spagnolo AS – fece presente all’Inter quali fossero le qualità di questo talento sul quale vale la pena scommettere. A distanza di due anni e mezzo, potrebbero tornare a ‘ronzare’ quelle voci in Corso Vittorio Emanuele. Chissà se l’idea low cost attirerà realmente l’Inter e la spingerà oltre il semplice sondaggio già effettuato, eppure i presupposti per iniziare a ballare il tango col Tanguito ci sarebbero tutti…

[Fabrizio Romano – Fonte: www.fcinternews.it]