Inter ‘distratta’ da Kuyt, nel giro di poche ore sfumano due obiettivi

286

Due obiettivi sfumati nell’arco di poche ore. Giornata poco entusiasmante quella di ieri per l’Inter sul fronte mercato, dal momento che Cristian Ledesma e, ancora più a sorpresa, Luca Antonelli, non vestiranno salvo colpi di scena la maglia nerazzurra da questa stagione. Questi gli indizi che emergono dalla serata di lunedì. Si parte con il fronte Ledesma: l’incontro a Cortina tra Lotito e l’entourage del giocatore argentino frutta un’intesa fino al 2015, la migliore notizia per entrambe le parti, in rotta di collisione ormai da mesi per un contratto che faticava a trovare il rinnovo.

Certo, la firma non esclude a priori una cessione di Ledesma anche entro il 31 agosto, ma lo scenario a questo punto cambia radicalmente. Il giocatore è nel mirino nerazzurro da tempo, già lo scorso gennaio poteva trasferirsi a Milano se avesse ottenuto, come Pandev, la ‘libertà’ contrattuale dal club capitolino per mobbing. Niente Inter dunque, ancora la Lazio nel futuro dell’ex Lecce, e di certo il diretto interessato ne è felice. La società nerazzurra, comunque, nelle ulime settimane non ha mosso un dito verso Ledesma anche alla luce dei rapporti non cderto idilliaci con Lotito. Si è limitata a osservare per, eventualmente, cogliere al volo una nuova occasione offerta dal mercato.

Capitolo Antonelli: sembrava che la giornata di ieri fosse quella buona per il trasferimento ufficiale all’Inter del terzino del Parma, ma in serata il presidente Tommaso Ghirardi ha tirato il freno a mano, dichiarandone la permanenza nel club gialloblù. Motivo? Probabilmente una promessa fatta alla Roma o a Castellini di non ostacolarne il matrimonio è stata la chiave della decisione del numero uno parmense, che non poteva privarsi di entrambi gli esterni sinistri. Poco male, per l’Inter l’arrivo di Antonelli era un’ottima opportunità di mercato, non una necessità impellente, dettata dai dubbi sul ginocchio di Davide Santon. Ma con Chivu e, all’occorrenza Zanetti, il terzino di Porto Maggiore può riprendersi con calma, senza necessariamente affollare il ruolo con ulteriori innesti.

In questo momento tutte le attenzioni della dirigenza nerazzurra sono rivolte all’arrivo di Kuyt, la pedina chiesta con insistenza da Benitez. Ogni altra manovra viene tenuta in stand-by, perché non urgente. L’arrivo dell’olandese completerebbe la rosa a disposizione del tecnico spagnolo, che a quanto pare si è rassegnato a non avere più a disposizione Mascherano, sempre più vicino al Barcellona. Poco male anche in questo caso: il centrocampo dell’Inter è di primo livello e anche in questa fase iniziale di stagione lo sta dimostrando. Se poi in questa settimana finale di mercato emergerà qualche occasione irripetibile, chissà che non ci siano grosse sorprese.

[Fabio Costantino – Fonte: www.fcinternews.it]