Inter e Handanovic a due velocità differenti

220

Samir Handanovic e l‘Inter potrebbero dirsi addio a giugno. Il motivo è presto detto: il portiere si sente “sprecato” in una squadra così poco competitiva. Quando lo sloveno, nell’estate del 2012 sbarcò a Milano, il suo sogno era quello di lottare per scudetto e Champions. In quattro anni, niente di tutto questo è accaduto.

RENDIMENTO MOSTRUOSO – Dal 2012 Handanovic ha avuto un rendimento elevato, ma, la squadra, e la difesa con cui ha dovuto giocare, sono sempre stato di una decina di spanne inferiori a lui. Nel 2012/2013, l’ex Udinese ha chiuso con una media voto di 6.29, secondo per rendimento solo a Marcetti in A, ma ha subito 53 gol e l’Inter è finita fuori dalle coppe. Lo scorso anno, altra stagione di livello (6.27 e 3 rigori parati), ma, nonostante un rendimento difensivo migliore (32 gol incassati), la squadra è arrivata solo quinta. Si arriva così a quest’anno: Handanovic viaggia ancora a velocità supersonica (6.29 di mv e quattro rigori parati), ma l’Inter becca gol che è una bellezza (32 fin qui) e rischia di rimanere fuori ancora dalle coppe.

continua

Articoli correlati