Inter-Lazio 3-0, il tabellino: i nerazzurri chiudono il 2016 in bellezza

1761

Inter-Lazio risultato, tabellino e cronaca della partita

RISULTATO FINALE: INTER-LAZIO 3-0 (primo tempo 0-0)

TABELLINO

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Murillo, Miranda, Ansaldi (dal 18′ st Nagatomo); Brozovic, Kondogbia; Candreva (dal 40′ st Gabriel Barbosa), Banega (dal 29′ st Palacio), Perisic; Icardi. A disposizione: Carrizzo, Berni, Andreolli, Ranocchia, Yao, Santon, Gnoukouri, Biabiany, Eder. Allenatore: Pioli.

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij, Wallace, Patric (dal 14′ Keita); Parolo, Biglia (dal 36′ st Cataldi), Milinkovic-Savic; Felipe Anderson, Immobile, Lulic (dal 27′ st Lombardi). A disposizione: Strakosha, Vargic, Hoedt, Bastos, Radu, Murgia, Kishna, Luis Alberto, Djordjevic. Allenatore: Inzaghi.

Arbitro: Mazzoleni

Assistenti: Crispo, Posado

Quarto uomo: Meli

Addizionali: Rocchi, Guida

Reti: al 9′ st Banega, all’11’ st Icardi, al 20′ st Icardi

Ammonizioni: Ansaldi, Felipe Anderson, Lulic, Miranda

Assist: D’Ambrosio, Banega

Recupero: nessuno nel primo tempo, 3 minuti nella ripresa

Stadio: San Siro Meazza di Milano


Inter-Lazio
Inter-Lazio risultato, tabellino e cronaca della partita

Inter-Lazio la presentazione della partita

MILANO – Mercoledì sera allo stadio “Meazza” l’Inter affronta la Lazio nell’anticipo del turno infrasettimanale pre-natalizio del campionato di Serie A. Calcio di inizio alle ore 20.45. Una sfida tra due squadre che sono uscite dagli ultimi due turni di campionato col massimo dei punti a disposizione.

La “cura Pioli” pare sortire gli effetti sperati. I nerazzurri sono reduci da due vittorie di fila e dal primo successo esterno da settembre e stanno ritrovando partita dopo partita una propria identità e un equilibrio tattico, consapevoli che non possono più sbagliare se vogliono ancora puntare a un posto in Europa e salvare la stagione.

I biancocelesti, dopo il successo netto e meritato per 3-1 sulla Fiorentina, sono al terzo posto in classifica, a braccetto col Napoli e a una sola lunghezza dalla Roma. La squadra di Inzaghi sta attraversando un ottimo momento di forma, con 8 vittorie e 3 pareggi nelle ultime 12 giornate e vuole chiudere l’anno solare con un successo.

QUI MILANO

Pioli è chiamato a trovare soluzioni per tamponare le numerose assenze a centrocampo. Oltre a Medel , sempre infortunato, dovrà infatti fare a meno anche di Joao Mario. L’ammonizione rimediata contro il Sassuolo è costata infatti cara al centrocampista portoghese che, già diffidato, non ci sarà per squalifica; molto probabilmente lo sostituirà Banega. Anche Felipe Melo salterà la gara del Meazza per l’espulsione rimediata nei minuti di recupero dell’incontro di Reggio Emilia; al suo posto dovrebbe scendere in campo Kondogbia. Possibile che Pioli schieri il modulo 3-4-2-1 ma affidandosi a Icardi come unica punta.

QUI ROMA

Inzaghi non dovrebbe invece nessuno indisponibile per la trasferta di Milano. Tornerà titolare Parolo, che ha scontato il turno di squalifica e questo comporterà l’esclusione di Cataldi. Per il tecnico biancoceleste i dubbi riguardano il modulo: confermare il 3-5-2 che ha piegato la Viola o ritornare al 4-3-3? Nel primo caso finirebbero di nuovo in panchina Basta e Wallace; nel secondo sarebbe lasciato di nuovo fuori Bastos, con Radu centrale al fianco di de Vrj e Lulic spostato nel ruolo di terzino insieme a Basta sull’altro lato, e un altro giocatore ancora da scegliere, che potrebbe essere Keita. É probabile che i dubbi siano sciolti soltanto dopo l’ultima rifinitura.