Inter: Mariga in uscita e Palacio in entrata le operazioni che frenano il mercato

Nell’intervista rilasciata nel corso della giornata di ieri il presidente Moratti ha parlato di un mercato fermo dove girano pochi soldi e, alla domanda se arrivasse un grande colpo in entrata, ha risposto: “perché non un grande colpo in uscita?”. Il messaggio è chiaro, molto chiaro.

Non è un mistero per nessuno, e anche Gasperini si è dovuto adeguare a questa visione, che il presidente reputi già forte di per sé l’organico attuale, tenendo conto del fatto che i sudamericani sono fuori, e che ci sono un bel po’ di giovani da valutare e che c’è un certo Alvarez che si sta ben comportando e fa ben sperare sia per l’immediato presente sia per il futuro.

Questo non vuol dire che non si farà mercato, ma è certo che molto, se non tutto, verrà fatto dopo la Supercoppa di Pechino. A fermare il mercato nerazzurro, è infatti la posizione di Viviano, ma non solo quella. Ci sono anche altre situazioni che stanno creando impasse. E sono quelle relative a Mc Donald Mariga in uscita e a Rodrigo Palacio in entrata.

Per Mariga, a maggio, sembrava tutto fatto: l’Aston Villa si era fatto avanti, il centrocampista non vedeva l’ora di lasciare Milano e giocare da titolare e da protagonista. Di contro, fino a quindici giorni fa, Palacio sembrava già aver vestito la maglia nerazzurra. Ora, queste due situazioni si sono quasi capovolte.

Mariga, infatti, è a disposizione di Gasperini e, a quanto è dato sapere, per lui offerte reali e consistenti non ce ne sono. Sia gli inglesi sia il Napoli, altra squadra interessata, hanno presentato solo una richiesta di prestito secco e gratuito. L’Inter, da quest’orecchio, non ci sente e fa bene, perché non è prestando i tuoi giocatori che finanzi il tuo mercato.

Per Palacio, la situazione è un po’ più ingarbugliata. Il giocatore avrebbe trovato l’accordo con l’Inter, verrebbe senza problemi a Milano (per quanto rimarrebbe con altrettanto entusiasmo a Genova), Gasperini ha individuato nell’argentino il rinforzo necessario, ma questa volta a non sentirci è il presidente Preziosi, che vuole una contropartita tecnica e non soldi. E il prescelto dal Genoa sarebbe Pandev (che a Genova non vuole andarci), mentre l’Inter sarebbe ben disposta a mandare Viviano in rossoblù (trattativa più veritiera dopo la cessione di Eduardo).

Come si sbloccheranno queste due situazioni? Per Mariga bisognerà attendere la seconda metà di agosto, così come fa capire a FcInterNews.it il suo entourage, per capire anche quali spazi potranno aprirsi e da lì in poi ci si regolerà. Per ciò che riguarda Palacio, gli addetti ai lavori sono sicuri che sarà nerazzurro; ma da questo punto di vista bisognerà aspettare la finale di Supercoppa, dove molte cose saranno più chiare.

[Giuseppe Granieri – Fonte: www.fcinternews.it]