Juve Stabia-Livorno 1-2: Paulinho-Dionisi ribaltano la situazione

240

Allo stadio Menti di Castellamare il Livorno supera per 2 a 1 la Juve Stabia ed esce, anche se di poco, dalla zona retrocessione del campionato di Serie B. La squadra amaranto si presenta sul campo sitentico dell’impianto stabiese con Siligardi e Bigazzi esterni di centrocampo, Belingheri al centro accanto a Luci, mentre in difesa fa l’esordio il giovane centrale difensivo Sini. In avanti l’allenatore Madonna propone la coppia formata da Paulinho e Dionisi. Nella Juve Stabia, che annovera l’ex amaranto Danilevicius, fa il suo esordio Caserta.

Il Livorno, in tenuta bianca, non parte nel migliore dei modi e dopo neanche dieci minuti va sotto per un gol proprio di Caserta, realizzato da fuori area dopo una respinta del portiere Bardi. La reazione dei ragazzi di Madonna, però, è formidabile. Prima Paulinho, servito da Dionisi, fredda Seculin con un potente diagonale, poi è lo stesso Dionisi, con un tiro di sinistro dal limite, a trovare l’angolino per il raddoppio. Tutto questo accade, nel giro di due minuti, attorno al ventesimo. A questo punto della il Livorno sfiora a più riprese il terzo gol, che a dire il vero trova anche, sul finale di tempo, grazie a un tap-di Paulinho dopo un palo colto da Siligardi. Ma l’arbitro Cervellara annulla per sospetta posizione di fuorigioco dell’attaccante brasiliano.

Nella ripresa, dopo pochi minuti, il Livorno coglie un altro palo con Siligardi, dopodiché l’arbitro espelle Sini e poi anche Barone, che era in panchina, per proteste. La Juve Stabia, con un uomo in più, si riversa davanti creando molte mischie senza però concretizzare. Il Livorno, da parte sua, si difende bene e con Bigazzi, a pochi minuti dalla fine, sfiora la tripletta.

TABELLINO:

Juve Stabia: Seculin, Mezavilla, Maury, Molinari, Dicuonzo, Caserta (9’ st Scozzarella), Baldanzeddu, Erpen (18’ st Ceccarelli), Raimondi, Danilevicius (18’ st Beretta), Saeu. All.: Braglia.

Livorno: Bardi, Salviato, Bernardini, Sini, Lambrughi, Siligardi (8’ st Meola), Luci, Belingheri, Bigazzi, Dionisi (21’ st Rampi), Paulinho (38’ st Bernacci). All.: Madonna.

Arbitro: Cervellera di Taranto.

Reti: 9’ Caserta, 19’ Paulinho, 21’ Dionisi.

Note: 8’ st espulsi Sini e Barone del Livorno (quest’ultimo era in panchina).

[Marco Ceccarini – Fonte: www.amaranta.it]