Coppa Italia, Juventus-Milan: precedenti, curiosità e statistiche

Coppa Italia

La finale di Coppa Italia, che andrà in scena mercoledì 9 maggio, metterà di fronte Juventus e Milan. Calcio d’inizio previsto per le 21:00. Tradizione favorevole ai bianconeri.

ROMA – Domani, mercoledì 9 maggio, alle ore 21:00 si disputerà presso lo stadio Olimpico di Roma la finale di Coppa Italia tra Juventus e Milan. Una sfida già di per se importantissima, che metterà di fronte due delle squadre più blasonate del Bel Paese.

Precedenti

Sono ventiquattro i precedenti tra le due squadre nella coppa nazionale: leggermente in vantaggio i piemontesi con dieci vittorie contro le sette del Milan, mentre per le restanti sette volte è terminata in parità. Tra questi, quattro furono in finale con i bianconeri che si imposero nelle sfide del 1942, del 1990 e del 2016, mentre i rossoneri nel 1973. L’ultima in ordine di tempo fu decisa ai tempi supplementari da un goal di Morata, ora in forza al Chelsea, dopo uno 0-0 combattuto nei tempi regolamentari. La Juventus, inoltre, detiene il record di vittorie della competizioni con ben dodici successi, tre delle quali nelle ultime tre competizioni, anch’esso un record. Il Milan, invece, ha vinto questo trofeo per cinque volte ed occupa il quinto posto al pari di Napoli e Torino.

Curiosità

La Juventus è imbattuta negli ultimi undici match di Coppa Italia contro il Milan grazie a sette vittorie e quattro pareggi. L’ultimo successo rossonero in questa competizione risale ad oltre trent’anni fa, precisamente il 19 giugno del 1985, quando il Milan di Baresi espugnò per 1-0 lo Stadio Comunale di Torino, l’attuale Olimpico, eliminando i bianconeri ai quarti di finale grazie al goal di Virdis.

Entrambe le squadre non hanno subito goal nell’attuale competizione. La Juventus ha affrontato ed eliminato con lo stesso risultato, ovvero il 2-0, Genoa, Torino ed Atalanta; mentre il Milan per giungere in finale ha dovuto superare gli ostacoli Hellas Verona, battuto per 3-0, l’Inter con goal di Cutrone nei tempi supplementari ed infine la Lazio, eliminata ai calci di rigore.