Kharja: ”La Fiorentina è meglio del PSG e del Genoa”

Queste le prime parole da giocatore della Fiorentina di Houssine Kharja, presentato nella sala stampa del Franchi:

“Vorrei ringraziare il direttore e la società che hanno creduto in me. C’era già stata in passato la possibilità di venire al Firenze, già nel 2005 poteva succedere. La Fiorentina è una squadra blasonata che ha grande storia, è una piazza importantissima conosciuta anche all’estero e sono molto contento di essere qui.

Non è vero che io preferivo andare al PSG, conosco bene Leonardo ma quando c’è stata la possibilità di venire qui ho accettato subito. La Fiorentina è più importante del Paris Saint Germain.

La mia esperienza al Genoa? Era iniziata benissimo poi sono sopraggiunti problemi fisici a complicarmi le cose. L’esperienza è andata male perchè c’erano tantissime aspettative su di me e non mi è stato dato il tempo di riprendermi, non c’è stata pazienza. Meglio così perchè sono potuto andare all’Inter e poi alla Fiorentina, due piazze molto più importanti del Genoa e non rimpiango niente.

Gila al Genoa? Non è che si vive male a Genova, ma a livello di club la Fiorentina è superiore ai rossoblu quindi se un giocatore ha l’ambizione di stare al massimo la piazza di Firenze è molto meglio.

Il Siena? E’ una piazza a cui sono legato perchè mi ha lanciato nel calcio che conta. Sono contento che siano in A ma penso solo alla Fiorentina e il mio unico interesse è vincere con questa squadra.

Nella mia carriera ho avuto la fortuna di incrociare grandi campioni, allo Sporting Lisbona c’era un giovanissimo Cristiano Ronaldo e già si vedeva che aveva grandi doti. Per la verità c’era anche Quaresma che per molti aveva maggiori prospettive.

Il mio ruolo? Mi interessa giocare titolare, poi sta all’allenatore decidere dove impiegarmi. Non ho preferenze.
All’Inter mi sono trovato bene più avanzato ma ho reso di più anche perchè giocavo accanto a tanti campioni e penso che alla Fiorentina sarà lo stesso, quando arrivi in una grandissima piazza per certi aspetti è più facile giocare.

Le potenzialità della Fiorentina? Credo che possiamo lottare per l’Europa come ha sempre fatto nelle ultime stagioni, tranne l’anno scorso. Se la squadra rimane questa possiamo fare cose molto importanti.

La mia carriera? L’infortunio che mi ha tolto quasi un anno mi ha rallentato, l’esperienza all’Inter è stata importante per ritrovare convinzione nei miei mezzi”.

[Simone Bargellini – Fonte: www.violanews.com]