La Champions divora tutto. Fernandez e Fideleff forti, ma non ancora affidabili

246 0

Il Napoli si ferma ancora. Rallenta maledettamente in campionato. Subisce la terza sconfitta in nove partite. Non riesce a vincere, un punto in tre gare con Chievo, Cagliari e Catania, quando ritiene che il turn over sia necessario. Anche in Sicilia troppo massiccia l’alternanza in ruoli chiave. Uno tra Campagnaro e Aronica dietro e Maggio e Dzemaili, tra i più in forma, speravamo fossero nell’undici iniziale. Ma la Champions divora tutto. L’idea del Napoli pare proprio questa, con riflessi sul campionato molto negativi. Almeno 4-5 punti già lasciati per strada e la distanza dalla vetta aumenta e quelle davanti non sono poche e non sono deboli e quindi non sono facilmente raggiungibili. Peccato.

Peccato perchè il Napoli questo campionato può giocarlo da grande protagonista se solo gestirà meglio le rotazioni e se riuscirà ad avere di più dalle alternative ai titolari sinora molto deludenti. Fernandez e Fideleff bravi lo sono già, ma per far si che diventino affidabili al punto da giocare insieme, il cammino pare lungo. Santana a centrocampo è una scommessa che non ha dato risposte positive e in attesa di Gargano forse sarebbe il caso di provare Hamsik in quel ruolo anche per dare una scossa allo slovacco. Ora tutti i pensieri però vanno messi da parte. Bisogna onorare l’impegno e provarci al cospetto della corazzata Bayern, nella loro, praticamente inespugnabile, roccaforte. E poi in attesa di quella che potrebbe essere la sfida decisiva in Champions con il Manchester City, pensare solo al campionato. Ma tanto al campionato. Ma bene al campionato. Con formazione migliore in campo e con grande concentrazione per sfruttare un calendario che dice nei prossimi due mesi 5 al San Paolo con Juventus, Lazio, Lecce, Roma e Genoa e 2 fuori con Atalanta e Novara. Servono tanti punti per risalire in classifica, è questa la priorità.

[Paolo Del Genio – Fonte: www.tuttonapoli.net]