Lazio, Marchetti: incubo bianconero

Quanti mesi sono che va in scena la caccia alla fatidica anti-Juve? Prima il Napoli, poi l’Inter, anzi no tutte e due, anzi no è la Lazio, sì sono Lazio e Napoli. Ogni giornata di campionato offre un responso diverso, il calcio è la materia più volatile che esista in natura. E se l’anti-Juve non fosse una squadra, bensì un giocatore? Come sottolinea la Gazzetta dello Sport, non ci sarebbero dubbi: l’identikit corrisponde a Federico Marchetti. Il portierone laziale ha eletto i bianconeri a propria vittima preferita. In tre sfide – una in campionato e due in Coppa Italia – ha subito solo due reti, ma soprattutto ha compiuto delle parate incredibili. Dalla deviazione con l’unghia dell’indice su Quagliarella in campionato, alla smanacciata sulla linea di porta nella semifinale d’andata.

Fino ad arrivare al capolavoro. Martedì scorso, 95° minuto, Giovinco si trova a tu per tu con Marchetti: il gol qualificazione per i bianconeri sembra cosa fatta, ma il numero 22 laziale respinge a terra, come se si trattasse dell’intervento più facile del mondo. In realtà, con Federico non c’è più da stupirsi. In 17 partite di campionato disputate, ha subito solo 12 gol: come riporta la Repubblica, ha la media migliore (0,71) tra tutti quelli che hanno giocato almeno cinque incontri. Migliore anche di quella di Gianluigi Buffon, l’unico che ancora può privarlo dello scettro di miglior portiere italiano. Anche se in questo momento, un numero uno più forte e decisivo di Federico Marchetti è difficile trovarlo…

[Stefano Fiori – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]