Lazio: nuovi nomi per la panchina e per il mercato

In casa Lazio neanche il tempo di mandare in archivio un campionato appena concluso, che si riaccendono i riflettori del calciomercato. Le questioni all’ordine del giorno sono molteplici. La prima resta sicuramente il nodo allenatori, che di qui a pochi giorni dovrebbe sciogliersi. Una girandola di nomi è pronta ad affollare la mente del presidente Lotito e nel calderone delle candidature, oltre al nome di Gianfranco Zola, che fino a qualche tempo fa era designato come sicuro erede di Edy Reja, spunta anche quella di Roberto Di Matteo.

Il tam tam di indiscrezioni terrà viva l’altalena delle probabilità legata alla futura guida tecnica, ancora per un po’, almeno sino a quano il presidente Lotito non deciderà il cammino futuro. Tutto comunque non dovrebbe prolungarsi per più di dieci giorni, lasso di tempo necessario per riallacciare i rapporti con Zola ed il suo entourage, parlare con Edy Reja e valutare eventuali new entry. Intanto se da un lato il numero uno del club è super impegnato nel decedire l’allenatore che verrà Igli Tare è sulle tracce dei puntelli necessari per la prossima stagione. Dopo aver praticamente convinto Onorato Ederson a vestire la maglia della Lazio (manca solo il nero su bianco, ndr) e aver bloccato Breno (in attesa dell’epilogo del suo processo, ndr) ieri è emersa, da fonti Sky una pista turca che condurrebbe ad un attaccante dalle sette meraviglie.

Si tratta di Burak Yilmaz, classe ’85, punta turca del Trabzonspor. Il giocatore, un autentico gigante dai piedi buoni (è alto 1 metro e 88 cm), è reduce da una stagione stupefacente: 33 reti in 30 partite nella Süper Lig ed una rete in Europa League. In più ha acquisito dimestichezza in ambito Europeo avendo giocato anche in Champions contro l’Inter. Il suo club, terzo in classifica, valuterebbe il pezzo pregiato della rosa una decina di milioni. Tare da due mesi ha stretto un filo diretto con il giocatore. Yilmaz che al Trabzonspor è un leader, si è convinto ad accettare la Lazio, nonostante abbia ricevuto in questi mesi la corte spietata dei club di mezza Europa. Da poche settimane infatti, il giocatore ha raggiunto un accordo di massima con la Lazio. Igli Tare è riuscito dove Atletico Madrid, Fulham e Arsenal non sono riusciti.

La conferma è arrivata dai dalla pancia dell’Olimpico dove il diesse laziale ha lasciato intendere che la trattativa è ben avviata. Ovvero il dirigente biancoceleste nei giorni scorsi ha strappato il ‘si’ del calciatore, che in queste circostanze può valere più di qualsiasi altra ‘offerta indecente’. Ora però l’ultimo ostacolo è rappresentato dall’accordo con il club. Il Trabzonspor, chiede tra gli 8 ei 10 milioni di euro e non accenna a fare sconti. In più la società turca fa leva sulla concorrenza di club importanti. Infatti seppur indietro nella trattativa: Atletico, Fulham e Arsenal non hanno mollato l’osso. Ora che il campionato si è esaurito dunque, parte la corsa ai rinforzi. Non è tempo di vacanze, ma di trattative nascoste e incontri segreti. Tra telefoni che squillano e affari agli albori, la Lazio inizia a modellarsi per la nuova stagione. Spuntano i primi nomi e affiorano le prime candidature. È gia mercato.

[Alessandro Zappulla – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]