L’Inter è ferma sul mercato e rischia di perdere l’egemonia italiana. Il City deve dei soldi ai nerazzurri

Wesley Sneijder avrà la maglia numero 10, e molto probabilmente terrà quel numero e quella “camiseta”, in un nuovo ruolo, in un ruolo cucitogli per lui da Gasperini, e soprattutto nel ruolo, con altri importanti campioni, del leader. Gasp ha deciso, 3-4-3 e tanta corsa, ma al momento, l’unico rinforzo vero e proprio è Ricardo Alvarez, l’italo argentino che al momento sta facendo impazzire la folla nerazzurra. Sa giocare in più ruoli, copre, attacca, morde l’avversario e corre, questo è il centrocampista che il tecnico voleva e Branca ha comprato. Ancora ai box Jonathan, mentre piace e non dovrebbe essere “cacciato” in prestito, il giovane Castaignos.

Il Direttore dell’area tecnica sta valutando molte soluzioni: non verranno toccati i riparti portieri e difensori centrali, mentre qualche ritocco senza spendere grosse cifre verrà fatto a centrocampo e in avanti. Perso i due colpi Sanchez e fabregas, che giocheranno entrambi al Camp Nou, l’Inter ha un nome per il centrocampo, un solo nome, un calciatore che se la società parlasse potrebbe già essere a Milano: Casemiro. Un giocatore alla Felipe Melo, rude ma con buona tecnica, l’ideale da affiancare a Sneijder (che rimarrebbe solo in caso di nessuna mega offerta), con Maicon a destra e Alvarez a sinistra, un centrocampo da corsa, che deve coprire la difesa a tre composta da Ranocchia, Lucio e Samuel. In avanti? Eto’o, Tevez e Milito o Pazzini sarebbe il sogno, ma più che l’argentino, nel trio d’attacco è possibile che si innesterà Palacio, il ligure che Gasp adora.

Tevez piace, piace tantissimo, e stanno cercando di capire se possibile portarlo a Milano gratis, con la “formula Crespo”, quando l’argentino arrivò in prestito. L’Inter che pare debba ricevere ancora 15 milioni dal City per Mario Balotelli, potrebbe prenderlo in “affitto” per un anno con diritto di riscatto fissato, pagabile in più rate. Se questo non accadrà, ci sono due possibilità più realizzabili e meno fantasiose, Palacio e Vucinic. Il Montenegrino a Milano in cambio di soldi e Thiago Motta…

[Christian Recalcati – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]