Lippi: “Molto triste vedere una tifoseria distrutta nel morale eppure orgogliosa per l’appoggio fino all’ultimo alla squadra”

Raggiunto dai taccuini de Il Corriere Mercantile, l’ex commissario tecnico della Nazionale, ed ex blucerchiato, Marcello Lippi ha parlato della tormentata stagione della nostra Samp:

“Come si tornò in serie A al primo colpo? Io ero un ragazzo, non riuscii a esordire per quanto la squadra fosse molto giovane. Era un gruppo di grande qualità con un tecnico eccezionale come Bernardini, gli devo molto per tutto quel che sono riuscito a fare prima come giocatore e poi come tecnico.

Che effetto fa una caduta clamorosa della Samp? Provo una grande amarezza, perchè alla bandiera blucerchiata ho legato la mia intera carriera di calciatore e i miei esordi di tecnico. È stato molto triste vedere una tifoseria distrutta nel morale eppure orgogliosa per l’appoggio fino all’ultimo alla squadra. Non sono cose che si vedono spesso nel calcio oggi.

Se la Samp limiterà ad un solo anno l’esperienza in B? Credo che i tifosi debbano fidarsi delle parole dette a caldo da Edoardo Garrone, che ha ribadito a nome della società l’impegno morale a lenire il grande dispiacere della gente blucerchiata, tornando subito in seire A. alla proprietà non mancano certo i mezzi per allestire una squadra all’altezza di centrare l’obiettivo”.

[Andrea Piras – Fonte: www.sampdorianews.net]