Livorno strepitoso, ad Ascoli incanta: 1 a 5

Ascoli – Il Livorno si presenta ad Ascoli deciso a reagire dopo la scoppola di Novara, Bepi Pillon si affida alla coppia Dionisi-Tavano con gli apporti di Iori e Surraco per scardinare gli schemi di Gustinetti. L’Ascoli, dal canto suo schiera un offensivo 4-3-3.

Il primo tempo inizia con il possesso di palla da parte degli amaranto, ma è l’Ascoli con i colpi di testa di Djuric al 10′ ed al 14′ a rendersi pericoloso; poi è il Livorno a passare in vantaggio, sgroppata di Pieri sulla sinistra, cross dal fondo, non ci arriva Dionisi, ma è preda di Surraco che supera di slancio l’ex Giallombardo, ed in corsa al volo appoggia in rete, di piatto, imparabilmente.

Passano due minuti, ed è la volta di un numero del capitano Tavano, che si libera in dribbling di tre avversari e serve un pallone in profondità a Dionisi che se lo fa scivolare in avanti con la suola della scarpa, e batte Guarna in uscita.

L’uno-due del Livorno è micidiale e stordisce la compagine ascolana, che ci impiega una decina di minuti a reagire, e lo fa allo scadere del primo tempo con un ottimo colpo di testa di Moretti di poco al lato.

Inizia il secondo tempo, l’Ascoli sostituisce Giallombardo con Bonvissuto, gli amaranto invece si presentano con la stessa formazione iniziale.

Al 52′ subito Tavano che di testa manda di poco al lato da calcio piazzato.

Passano tre minuti ed al 55′ Tavano liberato sul filo del fuorigioco, angola il tiro ma Guarna si oppone deviando alla propria sinistra, dove però è lesto Dionisi ad arrivare prima che la palla esca dalla linea di fondo, arpiona il pallone, e lo serve all’accorrente Surraco, che infila il portiere, così come la difesa bianconera rimasta immobile a guardare.

Al 58′ accorcia le distanze Moretti, con un gran gol da fuori area che s’infila al sette alla sinistra di De Lucia,con questa rete sembra che l’Ascoli possa ritrovare il morale, ma il Livorno non si fa sorprendere ed amministra la partita.

Dopo un pò di predominio territoriale da parte marchigiana, il Livorno riprende a giocare. All’86’ gli amaranto effettuano un’azione spettacolare, triangolo in velocità tra Barusso-Dionisi-Danilevicius, tutto di prima, Barusso, che con colpo di tacco serve Dionisi che libera Danilevicius, il quale si presenta solo davanti al portiere, indugia un pò nel tirare, venendo successivamente atterrato maldestramente da Micolucci, rosso e rigore, che Danilevicius stesso trasforma di potenza.

Al 90′ arriva la doppietta anche per Dionisi, con un Ascoli ormai demoralizzato ed allo sbando.

Si attende poi il triplice fischio di Tozzi, che arriva dopo 4 minuti di recupero; Livorno batte Ascoli 5-1.

[Luca Maggini – Fonte: www.amaranta.it]