Mazzarri: “Episodi decisivi. Peccato per il rigore e la traversa. Attenzione alla classifica”

Il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri, intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della gara. Ecco quanto evidenziato da Tutto Napoli: “Siamo un pò delusi dal risultato.

Sembrava quasi essere già scritta questa sconfitta. Gli episodi ci hanno remato contro. Un rigore non trasformato, la traversa di Maggio e l’arrembaggio nella loro area non sono bastati. Il pubblico è forte motivo di orgoglio. I tifosi sono cresciuti di pari passo con la squadra. L’applauso finale dimostra quanto la nostra gente apprezzi gli sforzi dei ragazzi. Sapevo che, anche senza Di Natale e Sanchez, il tipo di gioco dell’Udinese non sarebbe cambiato. I centrocampisti friulani hanno un gran passo; son loro a ribaltare l’azione. La nostra voglia di fare gol ha favorito quei due, tre contropiedi degli avversari. Sinceramente non ricordo che abbiano costruito chissà quante palle gol. Bravi loro a sfruttare le occasioni, sfortunati e meno cinici noi a trasformare le tante nostre.

Dobbiamo stare attenti a non scalare di posizione. La Lazio è a 5 punti, i friulani a 6. Sarebbe un vero peccato perdere terreno. Al di la di tutto, questo Napoli sta facendo qualcosa di straordinario. Rispetto al girone d’andata, abbiamo 5 punti in più. E’ giusto che a livello giornalistico si parli di scudetto, ma noi non ci abbiamo mai pensato. Con la Lazio ho fatto le stesse scelte. Sotto di due gol optai per gli stessi cambi riuscendo a rovesciare il risultato. Oggi, con un rigore a favore, non abbiamo centrato nemmeno il pareggio. La non esultanza di Inler? Giuro che nemmeno ci ho fatto caso. Pensavo a tutt’altra cosa in quel momento. Ad ogni modo, provate a chiedere al ragazzo”.

[Nadia Napolitano – Fonte: www.tuttonapoli.net]