Mercato Atalanta: Ufficiale Schelotto. Sfuma Ardemagni. Frezzolini per la porta. Manfredini in uscita?

SCHELOTTO – Si è conclusa nel pomeriggio di oggi la trattativa tra il Presidente bianconero, Igor Campedelli e l’alta dirigenza dell’Atalanta che ha ratificato la cessione ai nerazzurri della metà del calciatore Ezequiel Matias Schelotto. L’accordo prevede che il giocatore rimanga tra le fila bianconere nella prossima stagione 2010/2011.

Nell’operazione il Cesena ha ottenuto in prestito l’esperta mezzala Fabio Caserta (32) e il centrale difensivo argentino Maximiliano Pellegrino (30), a titolo definitivo.

Lo stesso Campedelli, intervenuto ai microfoni del sito ufficiale del Cesena, ha dichiarato: “Voglio esprimere grande soddisfazione per questa operazione, era quello che cercavamo. Da un lato abbiamo monetizzato e dall’altra abbiamo tenuto un giocatore importante per il nostro cammino in serie A. Inoltre abbiamo ricucito un rapporto importante con la società di Bergamo per altre operazione da fare in futuro”.

FREZZOLINI – L’Atalanta ha scelto: si punterà sul giovane Andrea Consigli per la prossima stagione. Dietro di lui ci sarà un portiere esperto, o meglio, come avevamo scritto settimana scorsa, un portiere “anziano”. Si tratta di Giorgio Frezzolini, che nell’ultimo campionato è stato il vice di Enrico Guarna ad Ascoli. Nel pomeriggio l’accordo con il 34enne numero uno che due campionati fa aveva difeso la porta del Modena.

BASHA – Il secondo acquisto in casa Atalanta è quello dello svizzero Basha, buon centrocampista, dotato di un ottimo tiro e fisicità. Oggi verrà uficializzato

ARDEMAGNI – L’asta che si era scatenata su Ardemagni, si è rilevata fatale per l’ìAtalanta. Qualcuno storcerà il naso di fronte alla notizia, ma non dimentichiamoci che l’Atalanta è in serie B, a livello economico e di appeal, è durissima competere con le stesse richieste di squadre di serie A. Purtroppo l’asta sul giocatore ha alzato il prezzo dell’attaccante oltre i limiti nerazzurri. Ora si va a caccia di un altro bomber di sicura affidabilità.

DUBBIO – E se la ritirata nerazzurra, fosse strategica? Uscire dalla trattativa per poi attendere che le quotazioni economiche del giocatore possano scendere. In effetti ora siamo al picco massimo dell’asta. Vedremo nei prossimi giorni.

RUOPOLO – Come riportato ieri durante la trasmissione televisiva “A come Atalanta” su Videobergamo, l’Atalanta ha per ora messo in ghiacciaia Francesco Ruopolo e Gabriele Perico dell’Albinoleffe. La sensazione è che per Ruopolo si tratta solo di definire gli ultimi dettagli, mentre per il terzino, si attende la partenza di Garics.

ATTACCO – Chi sarà la nuova punta? Si torna a parlare di Sansovini del Pescara, di Bruno del Modena, Antenucci del Catania (che non vuole mollare) e voci di ieri, poi smentite, di Bonazzoli del Chievo. Proprio con i clivensi ci potrebbe essere una trattativa per Bonazzoli o Granoche, in cambio di Consigli, richiestissimo dai clivensi.Nel reparto offensivo c’è comunque da cedere Nicola Amoruso, che pesa come un macigno sulle casse nerazzurre.

DOPO LE BUSTE – Stasera scade il termine per la definizione delle comproprietà. Dopodichè alcuni giocatori oggi in bilico, troveranno definitivamente squadra. A quel punto l’Atalanta potrebbe trattare con la Sampdoria per il centrocampista Massimo Volta, in caso andasse alla Sampdoria, Simone Padoin. Altro giocatore interessante è l’esterno Pettinari del Cittadella, su cui l’Atalanta sta sondando il terreno.

MANFREDINI – Ai microfoni di Sky, Thomas Manfredini lancia un messaggio alla Juventus e a Gigi Del Neri: “Se dovesse arrivare una chiamata, la risposta sarebbe scontata. Con Del Neri sono rinato calcisticamente e gli devo tanto, il mister sa che da parte mia ci sarebbe la massima disponibilità”. In caso di partenza del centrale difensivo, ci sono pronti Loria e D’Aiello del Torino.

[Luca Ronchi – Fonte: www.atalantanews.com]