Mihajlovic: ”Domani conta solo il risultato”

Primo appuntamento pre-campionato con Sinisa Mihajlovic che riprende le abitudini catanesi e incontra la stampa il sabato mattina. “Non sono uno che si fa prendere dall’emozione, mia moglie a casa ogni tanto mi dice che non capisce mai se sono contento o triste. Sono sereno e questa cosa è la più importante. Ho letto delle parole del patron e mi fa piacere. Ieri ho conosciuto Diego Della Valle, mi aspettavo una persona più alta… ma l’ho visto negli occhi e mi ha tranquillizzato anche se non c’era bisogno. Sono convinto che faremo bene e lui sarà contento di tutti noi. Io cerco sempre di trasmettere alla squadra il mio carattere. Son sulla buona strada e se ci riesco ci divertiremo,  vedremo da domani con il Napoli che sta meglio di noi, sono pieni di entusiasmo e sarà una dura prova. Ma conta il risultato e dobbiamo cercare a tutti i costi di vincere e poi abbiamo due settimane per sistemare la condizione. Tornando a Diego mi piacciono le persone come lui che sono forti di carattere”.

Si parla anche delle dichiarazioni di De Laurentiis: “Era una battuta la sua ma è riuscita male… ” e poi ancora della preparazione “La squadra non ha potuto lavorare con tutti i giocatori. Ci sono mancati giocatori molto importanti che dovranno trovare la condizione giocando e quindi all’inizio dobbiamo rischiare per far arrivare questi ragazzi al meglio. Il Napoli sta meglio di noi anche se giocare ogni tre giorni anche per loro non è il massimo. Ho deciso chi giocherà ma non ve lo posso dire…

Noi abbiamo preparato bene la partita, ognuno saprà cosa fare in fase difensiva e offensiva. Sappiamo le mosse del Napoli, ma ci metteranno in difficoltà perché hanno un bel potenziale ma anche noi abbiamo le nostre armi. Unica preoccupazione è la condizione fisica di certi uomini, Vargas Ljajic e D’Agostino non hanno in 90′. Ho sempre detto che giocando con questo modulo sono fondamentali gli esterni e dobbiamo avere 4 titolari ecco perché abbiamo preso Cerci che mi è sempre piaciuto tantissimo, se gli diamo continuità può fare molto bene. Poi abbiamo Vargas, Marchionni, ci siamo rafforzati e anche Santana sta andando bene e sarà con noi dopo la pausa. Gilardino? Sì lui gioca… penso di sì mentre Babacar sta benissimo, mi piace è forte e quando sta bene di testa è forte. Gli ho fatto i complimenti. Mi è dispiaciuto per la Sampdoria hanno giocato benissimo mentre non ho visto la partita dell’Inter”.

Ancora sulla formazione: “Non credo che l’incertezza dei portieri potrà pesare, abbiamo due titolari per ruolo e così anche in porta. E’ una cosa positiva… Adesso siamo al 75-80% della condizione, invece il Milan con Ibra può puntare allo scudetto, lui fa la differenza. Senza Jojo sarà più difficile per noi, il nostro sponsor mi rende orgoglioso perché essere in una società così è il massimo. Io ho sei bambini e credo che avremo un obbligo in più per fare bene. Se non proteggiamo i bambini non proteggiamo il nostro futuro”.

Battuta finale su Corvino “A tavola gli do 10, al mercato 7 o 7,5 spero che prima o poi si possa fare il contrario”.
[Redazione Viola News – Fonte: www.violanews.com]