Milan, che sofferenza! Bari battuto di misura in una gara dominata

Una gara da stravincere, che si trasforma quasi in un incubo per il Milan. I rossoneri a fatica portano a casa il successo limando a due punti la distanza dalla capolista Lazio. Dopo le brutte prestazioni in Europa, Allegri fa accomodare in panchina Ronaldinho e Pato, lasciando spazio a Seedorf e Robinho. Cambi anche in difesa e in mezzo al campo con il ripescaggio di Yepes e Flamini. Per uscire dalla crisi il Bari si affida a Pulzetti e Alvarez sulle fasce.

La rivoluzione di Allegri porta subito i suoi frutti con Robinho indiavolato che crea grattacapi ai difensori baresi, ma è l’olandese Seedorf ad illuminare subito la scena servendo un cross perfetto per Ambrosini che anticipa i due centrali avversari e batte Gillet dopo quattro minuti. Passato in vantaggio il Milan addormenta la partita, anche grazie all’aiuto di un Bari poco propositivo che si fa vedere in area milanista solo con Alvarez, poco assistito dai compagni.

Il Milan quest’oggi può contare su un centrocampo di assoluto livello, che aiuta la difesa a non soffrire troppo e appoggia l’azione offensiva con gli inserimenti di Ambrosini e Flamini. Proprio il francese, dopo due clamorose occasioni sprecata da Robinho ancora una volta poco freddo e preciso sotto porta, mette a segno il raddoppio: splendido invito di Ibrahimovic dalla trequarti per il centrocampista che si inserisce sulla sinistra e tocco sotto pregevole che scavalca Gillet.

Sotto di due gol il Bari prova a scuotersi. Pulzetti ci prova da lontano scaldando i guanti di Abbiati. Allo scadere di tempo episodio più che dubbio. Il portiere rossonero travolge Barreto per un intervento che dovrebbe essere il preludio per rigore ed espulsione per l’estremo difensore: l’arbitro lascia proseguire.

Nella ripresa il Milan soffre il pressing dei pugliesi, ma in contropiede potrebbe fare male con Robinho e Flamini che sprecano di tutto e di più. In particolar modo è il brasiliano a fa esasperare Allegri con tre nitide occasioni fallite. Il tecnico rossonero decide così di sostituirlo inserendo Pato al suo posto. Il pressing barese porta i suoi frutti al 65′ con Kutuzov che riapre la gara bruciando i centrali rossoneri e battendo Abbiati.

Il risultato torna in bilico solo per una manciata di minuti: Pato ristabilisce le distanze con un bel diagonale imprendibile per Gillet. Nel finale il Milan spreca ancora con Pato e Ibrahimovic. Barreto va in gol a tempo scaduto ma per il Bari è troppo tardi coi rossoneri che portano a casa tre preziosissimi punti.

Ottima la prova del centrocampo di Allegri che segna, pressa e dà equilibrio a tutta la squadra, permettendo a Seedorf e alle punte minore lavoro in copertura. Il Bari gioca solo a tratti, restando comunque ancorato alla gara fino al 90′ più per demerito degli avversari che per meriti propri, Ventura dovrà trovare soluzioni in difesa per far risalire i pugliesi dall’ultimo posto che occupano attualmente.

[Raimondo De Magistris – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]