Serie A, Milan-Juventus 4-2: pagelle, highlights

173

Milan-Juventus

Le pagelle e highlights di Milan-Juventus 4-2, gara valida per la trentunesima giornata di serie A 2019/2020: Leao è il migliore del match

MILANO – La Lazio crolla, la Juve risponde. Come in una lotta di guerra che alla fine gli avversari decidono di risparmiarsi. La lotta scudetto rimane virtualmente aperta – 7 le lunghezze di distanza – a 7 giornate dal termine con 24 punti totali a disposizione. Una grande classica spettacolare del calcio italiano viene risolta in favore dei rossoneri nel giro di pochi minuti, segnando 4 reti in poco più di un quarto d’ora.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO – Ronaldo, senza Dybala squalificato, mette subito paura avvisando la difesa rossonera: il suo tiro va a poche spanne fuori dallo specchio. Bernardeschi smarca nuovamente di tacco questa volta Higuain dopo la splendida azione di Bologna, ma Donnarumma blocca facile in uscita. Finisce con poche emozioni quello che sarebbe poi risultata una partita pirotecnica piena di fuochi d’artificio…

SECONDO TEMPO – Nel giro di 5 lancette d’orologio la Juve chiude (apparentemente) la partita. Rabiot si scatena: salta tutta la difesa rossonera in progressione con tanta tecnica e velocità prima di terminare la sua corsa con un gran sinistro a incrociare. Il 2-0 come detto non tarda ad arrivare e ci pensa sempre l’onnipresente Cristiano Ronaldo dopo una dormita collossale dei centrali rossoneri che si ostacolano a vicenda e mancano la palla, questa capita sui piedi di CR7 che cicca anche il pallone quel tanto che basta per mettere fuori casa Donnarumma. Ma la partita non finisce qui, perchè in campo c’è anche Zlatan Ibrahimovic: il VAR gli concede un rigore dopo braccio di Bonucci e lui non sbaglia. Quinta rete in campionato. È subito 2-2 con una grande azione corale di pressione del Milan, tutta la classe di Chalanoglu con un tunnel per Ibrahimovic, servizio per Kessié, che dribbla troppo facilmente la difesa e calcia centralmente segnando grazie una deviazione che mette fuori causa Szczesny. Anche i grandi campioni sbagliano e peccano di superficialità e così Cristiano Ronaldo perde un pallone sanguinoso a metà campo scaturendo la ripartenza assatanata dei diavoli, che finalizzano con un gran gol di Leao. Poi Donnarumma salva il 3-3 con un miracolo su Rugani: si resta 3-2 per i rossoneri. Ancora errore difensivo della Juve banale, ne approfitta Boanventura che serve in area Rebic che di rapina scarica una mitraglietta vincente in rete.

L’ANALISI – La partita che avrebbe dovuto chiudere e ammazzare definitivamente il campionato non si concretizza per i bianconeri e anzi diventa un incubo. La Lazio rimane ancora in vita, anche se la sconfitta di Lecce rende ancora più amara la sconfitta: decisiva sarà lo scontro diretto del 20 luglio. Senza Dybala e Douglas Costa i rossoneri ne approfittano e vincono una partita clamorosa quanto fondamentale in chiave Europa League: ora è quinta a 49 punti e +1 su Roma e Napoli, qualificata direttamente ai gironi di Europa League (commento a cura di Giuseppe Annunziata).

Pagelle e highlights di Milan-Juventus

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma 6.5; Conti 6 (82′ Calabria s.v.), Kjaer 5, Romagnoli 5, Theo Hernández 6; Kessié 7, Bennacer 6.5; Saelemaekers 5.5 (60′ Leao 7), Paquetà 5.5 (46′ Calhanoglu 6), Rebic 7 (82′ Krunic s.v.); Ibrahimovic 7 (67′ Bonaventura 6.5). A disposizione: A.Donnarumma, Begovic, Calabria, Bonaventura, Calhanoglu, Krunic, Laxalt, Gabbia, Biglia, Maldini, Colombo, Leao. Allenatore: Pioli

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny 5.5; Cuadrado 6 (77′ Alex Sandro 5), Bonucci 5, Rugani 5, Danilo 5; Rabiot 7 (69′ Matuidi 5.5), Pjanic 6 (69′ Ramsey 5.5), Bentancur 6 (94′ Muratore s.v.); Bernardeschi 5.5, Higuain 5.5 (69′ Douglas Costa 5.5), Cristiano Ronaldo 6.5. A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Coccolo, Alex Sandro, Chiellini, Matuidi, Ramsey, Douglas Costa, Muratore, Olivieri, Vrioni. Allenatore: Sarri

FANTAREPORT

Reti: 47′ Rabiot (J), 53′ Ronaldo (J), 62′ Rig.Ibrahimovic (M), 66′ Kessié (M), 67′ Leao (M), 80′ Rebic (M)

Ammoniti: Paquetà, Bennacer, Conti (M), Bonucci (J)

Espulsi: –

Recupero: 2′ nel primo tempo, 6′ nel secondo tempo

Assist: Cuadrado, Bonaventura

Gol vittoria: Leao

Gol da fuori: Rabiot

Gol dalla panchina: Leao

Rigore causato: Bonucci

Rigore parato/sbagliato: –

I Migliori: Leao, Rabiot

Articoli correlati