Montella: “Impariamo dal Napoli. A Genova punto sui singoli”

MASCALUCIA (CT) A distanza di due giorni, quando seduto di fronte ai cronisti, al Massimino, commentava la vittoria contro il Cesena, Vincenzo Montella si trova nuovamente a parlare ai microfoni, ma per presentare la sfida contro il Genoa.

”Credo che in grande linee bisogna essere obiettivi e vedere dove dobbiamo migliorare, siamo stati aggressivi ma dobbiamo fare di più, avevamo più voglia di vincere questa è la caratteristica che dobbiamo avere sempre.”

“Il Genoa ha dei giocatori di grande qualità, Palacio mi piace molto sa attaccare gli spazi ha tecnica. Bovo e Mesto sono due assenze importanti. Bovo ha caratteristiche particolari, fa ripartire la squadra, è un giocatore che ogni squadra vorrebbe. Gli mancherà qualche elemento ma in casa hanno le risorse per sopperire a questo, perché domenica hanno vinto senza di loro in campo.”

“Dai miei giocatori mi aspetto la reazione che hanno avuto in casa domenica, bisogna attaccare con più giocatori e prima possibile, il Napoli ci dice questo, il calcio moderno dice questo, bisogna avere più voglia di vincere sempre, sia in casa che in trasferta. La difesa ha fatto benissimo contro un Cesena alla vigilia forte ma a fine gare dimostratosi poco concludente. Sono stati bravi gli esterni e i centrocampisti, domenica c’è un avversario ostico e che ha ottenuto risultati importanti anche l’anno scorso.”

“Ho una squadra che può essere insidiosa in trasferta. Nel passato abbiamo mostrato un po’ di lacune nell’approccio alla partita fuori casa, mi aspetto molto dai singoli e non dalla squadra, voglio vedere emergere il singolo in trasferta rispetto alla squadra. Del Vecchio è un giocatore di temperamento abbiamo bisogno di lui.”

”Questa è una squadra che dà molte soluzioni all’allenatore, anche in base all’avversario. Non è un tournover, le scelte vengono dettate dall’interpretazione che vorrò diano alla partita.”

” E’ un gruppo consolidato il mio. Ho diverse soluzioni, ci potranno essere malumori interni ma per adesso si stanno comportando eccellentemente i giocatori.”

”Barrientos ha corso molto anche domenica, l’ho rivisto: si è dato tanto da fare ma non sempre si può esternare il proprio talento, è stato cercato poco, può fare di più o anche peggio, mi aspettavo da lui quel che ha mostrato. Gli ho dato delle direttive e lui le ha eseguite. Sono contento per la prestazione di domenica.”

“Suazo è stato convocato, è arrivato a fine ritiro come Bergessio. Hanno bisogno entrambi di entrare nei meccanismi tattici e nei movimenti. Paglialunga è in ripresa ma a centrocampo siamo in tanti, tempo al tempo.”

”I quattro punti fanno piacere perché muovono la classifica ma la squadra non si deve adagiare, il giocatore modello non è quello che ha più tecnica ma quello che interpreta meglio la partita. Mi piacciono i giocatori che vanno oltre le attese e che mettono in campo il loro massimo.”

“Lodi si sta impegnando molto. Ha fatto una buona partita anche in fase di non possesso. Può giocare in più ruoli, così anche Biagianti. Le soluzioni non mancano.”

”Malesani è un uomo di esperienza, ci siamo incontrati l’anno scorso, è una persona vera anche se la conosco indirettamente, il Bologna ha fatto un grande campionato.”

[Giuseppe Puglisi – Fonte: www.mondocatania.com]