Napoli-Steaua 1-0: E’ ancora zona Napoli. Azzurri avanti

La corsa in Europa del Napoli continua. Ancora lui, decisivo, ancora nella zona Napoli. Uno splendido Cavani trova il guizzo vincente allo scadere contro uno Steaua blindato. In un San Paolo gelido arriva la fiammata finale a riscaldare i 50 mila cuori azzurri dopo una gara a senso unico, giocata soltanto dal Napoli. Gli azzurri soffrono contro un avversario che chiude tutti gli spazi per un catenaccio tutto italiano. Serviva lo spunto di una delle punte ed è arrivato puntuale dal solito Cavani, sempre più europeo, sempre più decisivo, sempre più idolo dei tifosi. E pensare che l’uruguaiano poteva sbloccarla subito, appena al 10’, a due passi dal portiere avversario, ma il controllo era da dimenticare.

Un pò tutto il Napoli è impreciso, soprattutto nei passaggi degli ultimi sedici metri. Pazienza e Yebda ci mettono grinta, ma sbagliano tanto. Vitale parte bene sulla sinistra, ma si spenge con il passare dei minuti. Sulla corsia opposta, Maggio si fa vedere in corsia, ma anche lui pecca in precisione. Hamsik è più vivace del solito, si avvicina ai portatori, è il regista avanzato del Napoli. però, la sua vena iniziale non basta. Si arriva, così, alla ripresa, con la girandola di sostituzioni e gli azzurri che premono sull’acceleratore. Entrano Dossena e Dumitru per alzare il tasso tecnico e servire qualche assist giusto a Cavani. Intanto gli ospiti si concedono qualche contropiede, ma Cannavaro fa buona guardia.

Ad una manciata di minuti dalla fine, il Napoli si avvicina ben due volte al gol decisivo. Prima Maggio sfiora la traversa con un colpo di testa e poi Cavani, sempre lui, colpisce il palo con un rasoterra sul primo palo. Stavolta la fortuna sembra voler girare le spalle agli azzurri che collezionano corner e, intanto, si avvicinano alla zona Napoli. Sull’ultimo angolo di una lunga serie, arriva l’azione che porta al guizzo vincente di Cavani, l’uomo della provvidenza. Il San Paolo può esplodere per la gioia dei presenti. Il vantaggio finale riscalda gli animi dei romeni e vola un cartellino rosso per Cannavaro che macchia l’ennesima serata da batticuore per i tifosi azzurri. Il Napoli continua la sua avventura in Europa, non accadeva da tempo, ad maiora…

TABELLINO:

NAPOLI (3-4-3): De Sanctis; Campagnaro (52′ Sosa), Cannavaro, Aronica; Maggio, Pazienza, Yebda (68′ Dumitru), Vitale (78′ Dossena); Zuniga, Hamsik, Cavani. A disp. Iezzo, Grava, Santacroce, Blasi. All. Mazzarri

STEAUA BUCAREST (4-5-1): Tatarusanu; Bonfim, Martinovic, Geraldo, Latovlevici; Gardos (64′ Bicfalvi), Szekely (91′ Matei), Gomes, Angelov ( 89′ Radut), Surdu; Stancu. A disp. Lungu, Emeghara, Abrudan. All. Lacatus

ARBITRO: Kralovec (Rep.Ceca)

MARCATORE: 93′ Cavani

NOTE: presenti circa 50 mila spettatori. Ammoniti: Szvetely, Bonfim, Surdu. Espunso Cannavaro al 94′.

[Marcello Pelillo – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]