Nerazzurri in uscita: Obinna-Stoke si può, per Suazo pista Brescia

Mascherano, Schweinsteiger, Bale e compagnia per adesso possono attendere: l’Inter, oggi come oggi è prevalentemente focalizzata verso il mercato in uscita. E questo a prescindere dalle voci che si rincorrono sui destini di Balotelli e Maicon, le cui partenze, però, per il momento appaiono sempre più lontane, come testimoniano le parole di Moratti su Balo o il fresco acquisto di Pedro Leon da parte del Real Madrid che di fatto chiude la porta delle merengues al brasiliano. La precedenza, in Corso Vittorio Emanuele, viene data piuttosto a quei giocatori ‘in esubero’, che difficilmente troveranno spazio nel progetto tecnico di Benitez. Dopo la partenza di Ricardo Quaresma verso la Turchia, insomma, altri giocatori sono ormai con la valigia sulla porta di Appiano Gentile.

In primo luogo, parliamo dei due attaccanti Victor Obinna e David Suazo: il nigeriano, fresco dell’esperienza al Malaga e di quella nell’ultimo Mondiale, in questo senso si è già notevolmente esposto, ammaliato dalle sirene inglesi come testimoniano anche le sue ultime dichiarazioni riportate dal Sun: lo Stoke City lo vuole, lui si dice contentissimo dell’interesse dei Potters, con l’offerta giusta(potrebbero essere sufficienti i 7 milioni di cui si parla) l’affare si potrebbe concretizzare anche in tempi rapidi.

Un po’ più complicato il discorso per Suazo: il Brescia lo insegue, forte anche dei buoni rapporti con Moratti del presidente Corioni, ma il nodo dell’ingaggio frena un po’ le aspirazioni dei biancoblu. Si era ventilata per lui anche l’ipotesi del ritorno al Cagliari, ma le parole di Cellino e il possibile ritorno di Acquafresca rendono complicata questa opzione. Posizione incerta anche per il colombiano Nelson Rivas: il suo procuratore Hidalgo, ai nostri microfoni, ha parlato di diverse offerte per il possente centrale lo scorso anno al Livorno, ma per ora non c’è nulla di concreto.

Più spinosi ancora i casi relativi ad Amantino Mancini e Nicolas Burdisso: il primo, rientrato dal prestito al Milan, non vuole saperne di tornare sulla sponda rossonera del Naviglio; per lui, nelle ultime ore, è stata avanzata una proposta da un non precisato club spagnolo, ma la situazione potrebbe sbrogliarsi definitivamente solo negli ultimi giorni di mercato, a ridosso dell’inizio del campionato. Per quel che riguarda Burdisso, Inter e Roma sono ancora su posizioni ben distanti: troppi, secondo i capitolini, i 10 milioni chiesti dall’Inter per il Padroncito, come affermato oggi anche dallo stesso tecnico Ranieri. L’incontro tra Branca e Pradé per risolvere la questione tarda ad arrivare, il City resta alla finestra.

Ultimo della lista, Sulley Muntari: in Inghilterra c’è la fila per lui, col Tottenham in pole position, ma il ghanese proprio ieri ha affermato di voler rimanere all’Inter perché sicuro di convincere Rafa Benitez delle sue qualità. Anche qui, tutto congelato in attesa di sviluppi, certo è che l’ex giocatore dell’Udinese rimane comunque il ‘grimaldello’ per i possibili affari sul mercato inglese, leggi Mascherano o Bale.
[Christian Liotta – Fonte: www.fcinternews.it]