Numeri e curiosità – Ex, coincidenze e ‘prime volte’: questa è Cagliari-Napoli

237 0

Cagliari-Napoli è sfida sempre particolare, che evoca sogni e fantasmi, orgasmi pallonari (da ambo le parti) e rivalità mai sopite. Da quel rovente 5 Giugno 1997 (si giocava, al San Paolo, lo spareggio salvezza tra i rossoblu’ e il Piacenza, e i tifosi napoletani accolsero guerrescamente i cagliaritani; prima, durante e dopo il match) in avanti, uno dei tanti ‘derby del Sud’ si è trasformato in partita accesa, e attesa con fermento da tifoserie e critica.

A questo hanno contribuito anche i risultati delle due società, guidate dagli ‘amici’ Cellino e De Laurentiis. Che hanno rinvigorito i fasti di una partita che a cavallo tra gli anni ’90 e Duemila sparì dai calendari del calcio italiano a causa dei reciproci ‘rimbalzi’ tra Serie A e cadetteria.

Le sfide delle stagioni 2001-2002 (opache nell’anonimato, per entrambe, della Serie B), 2002-2003 (la prima nel ‘nuovo’ stadio del Cagliari, fatto di tribune d’acciaio adiacenti al campo) furono quasi episodi ‘casuali’ in mezzo a due epoche – dal ’97 al 2001 e dal 2004 al 2007 – nelle quali isolani e partenopei non poterono incrociare le armi.

Poi venne la promozione in A del Napoli, e quella sfida del San Paolo che inaugurò l’era Giampaolo e lasciò intravedere che colpi di scena e pronostici al vento avrebbero caratterizzato i confronti tra le due compagini. Il Cagliari fece in tempo a crollare dopo l’exploit iniziale, prima della ‘partita delle partite’ che entrò di diritto nella storia del club sardo: Matri e Conti firmano un successo insperato sul Napoli pronto a brindare al colpaccio, il Cagliari comincia la resurrezione ‘ballardiniana’ e si guadagna altre epiche sfide contro i rivali azzurri.

Preamboli storico-statistici che fanno capire come la gara in programma domenica pomeriggio al S.Elia non sia uguale alle altre, e che fanno da piatto d’entrata a precedenti e ai numeri del match.

IL CAGLIARI ‘GUIDA’ I PRECEDENTI – Sono 32 le partite, tra Serie A, B e Coppa Italia, giocate in suolo sardo da Cagliari e Napoli. 9 i successi del Cagliari, con 18 pareggi e 5 vittorie ospiti. Che hanno segnato 26 gol, a fronte dei 32 rossoblu’.

UN FANTASMA CHIAMATO ‘POCHO’ – L’ultimo successo del Cagliari è datato Aprile 2009, quando il derelitto Napoli di Donadoni si arrese sotto i colpi di Jeda e Lazzari. A fine 2009 si è registrato l’ultimo pareggio, quando Bogliacino ferì brutalmente, a tempo scaduto, un Cagliari capace di rimontare dallo 0-2 al 3-2. L’ultima sfida giocata corrisponde anche all’ultima vittoria partenopea: ancora in ‘zona Cesarini’, con Lavezzi a firmare l’1-0 e allontanare Bisoli dall’Isola.

PERICOLO-CALENDARIO, DANIEL INSEGNA… – Non sarà la prima volta che Cagliari-Napoli si gioca all’ottava giornata. Accadde anche nel campionato 1993-1994, con l’ex (ingrato, maleducato e fischiato) Fonseca a vanificare il gol cagliaritano firmato Cappioli.

IN PRINCIPIO FU ‘CIUCCIO’ – Fu appannaggio del Napoli anche la prima sfida in assoluto giocata in casa rossoblù. Correva la stagione 1965-1966 e gli azzurri vinsero 2-0.

IRONIA DELLA SORTE – Particolarmente curioso l’andamento delle sfide giocate in Serie B: 4 incroci a Cagliari con altrettanti pareggi: 6 gol fatti e perfetta alternanza tra 2-2 e 1-1.

QUANTE BEFFE – Lavezzi che vola via e segna a tempo scaduto la rete della vittoria, Bogliacino che si tuffa e zittisce uno stadio pronto a ergere il monumento agli eroi della rimonta, Pecchia a firmare l’1-0 che toglie al Cagliari di Tabarez il sogno-Uefa (con apposita coreografia già preparata dal pubblico del S.Elia). Sono tre episodi che rimarcano come l’arrivo del Napoli in Sardegna sia sempre caratterizzato da trepidazione, a volte gioia e orgoglio, ma anche cocenti ‘bruciature’.

PER CHI SCOMMETTE… – Mai più di tre gol quando si gioca al S.Elia nella stagione corrente (solo in una partita, col Novara, la rete si è gonfiata). Cagliari e Napoli sono squadre ‘da trasferta’: solo una vittoria tra le mura amiche per i rossoblù, due – su tre partite – lontano da casa per i campani. Cagliari in casa e Napoli ospite: in questa stagione, due volte su tre il primo tempo è finito in pareggio; stesso bilancio per quanto concerne le partite finite con una delle contendenti senza reti all’attivo.

DIRIGE BANTI – Arbitrerà il livornese Luca Banti. Esordì proprio dirigendo il Cagliari. Era il 29 Maggio 2005, ultima giornata di campionato, e al Delle Alpi di Torino Juventus-Cagliari 4-2 salutava Gianfranco Zola per l’addio al calcio di ‘Magic Box’. Dieci precedenti con il Napoli per l’arbitro toscano: cinque vittorie partenopee, due pareggi e tre sconfitte. I tre risultati si sono verificati in successione nelle ultime tre sfide: Napoli-Fiorentina 1-3, Napoli-Fiorentina 0-0, Napoli-Lazio 4-3.

[Fabio Frongia – Fonte: www.tuttocagliari.net]