Palermo: la scheda di Aleksandar Trajkovki

logo-palermoAleksandar Trajkovki è uno dei tanti colpi a sorpresa di Zamparini. Il trequartista, ex Zulte Warengem, è stato fortemente voluto dal presidente del Palermo.

PUNTI DI FORZA – Trajkovki è uno dei talenti espressi negli ultimi anni dal calcio macedone. Trequartista ambidestro, può giocare sia nel suo ruolo naturale che come ala o punta centrale in un 4-3-3. IL ragazzo ha un discreto bagaglio tecnico, sa saltare l’uomo con facilità e ha un buon senso dell’opportunismo. Inoltre, calcia bene anche dalla distanza. Il calciatore macedone, proprio per la sua duttilità tattica, può rivelarsi un’arma importante nel Palermo di Iachini, consentendo al tecnico di cambiare gioco velocemente.

PUNTI DEBOLI – Gli interrogativi che si porta dietro Trajkovski, inutile negarlo, sono molti. Il primo di tutti è il seguente: quanto giocherà? Della duttilità del macedone abbiamo detto, ma, la concorrenza in rosanero è tanta: dai “vecchi” Quaison, Vazquez, Belotti e Chochev, fino al “neo acquisto Cassini, la concorrenza è tanta. Iachini, poi, è solito concedere prima un periodo di adattamento ai giocatori che vengono da altri campionati, prima di lanciarli nella mischia. Traklovoski poi, deve migliorare sia nella continuità sotto rete, sia nelle prestazioni. Quest’anno ha raggiunto il suo massimo numero di reti in un campionato, 5. Numeri da centrocampista medio  più che da attaccante. Insomma: non è un “colpo certo”.

continua