Palermo, modulo confermato nonostante il recupero di Pinilla. Il futuro di Rossi e Balzaretti

Nel match che il Palermo giocherà domenica (ore 15:00) contro il Parma, allo stadio “Ennio Tardini”, per la 35ª giornata di serie A 2010/2011, la 16ª del girone di ritorno, nonostante il recupero di Mauricio Pinilla, il tecnico rosanero Delio Rossi, sembra orientato a schierare nuovamente il modulo: 4-3-2-1, che ha fatto bene contro il Napoli, con in avanti come unica punta di ruolo Abel Hernandez, con alle spalle Josip Ilicic e Javier Pastore. Probabile che l’attaccante cileno entri a partita in corso, soprattutto per non rischiarlo dopo l’infortunio patito e superato, in vista della semifinale di Coppa Italia di giorno 10 maggio a Palermo, contro il Milan.

ROSSI – Il tecnico Delio Rossi, intervenuto in conferenza stampa al ‘Tenente Onorato’, parla del suo futuro da allenatore: “Se non ho i soldi per competere con squadre piu’ forti, devo usare la strategia e la competenza. Una mia esperienza all’estero? C’e’ anche questa situazione. Il calcio e’ diventato globale e credo che questo fatto di volersi isolare dall’estero, sia sbagliato. Se non ragioniamo in termini piu’ aperti siamo un po’ ghettizzati, pensando magari che siamo i piu’ bravi e i piu’ belli. All’estero ci vai o perche’ ti danno i soldi o perche’ ti mettono al centro di un progetto…”.

BALZARETTI – Federico Balzaretti, uno dei pilastri di questo Palermo che vince e diverte e che sembra ritornato agli splendori di inizio campionato, ha parlato, attraverso le colonne del Corriere dello Sport, di se stesso, del suo futuro, del Palermo, del ritorno di Rossi e di questo finale di stagione che vede la squadra rosanero, lottare per traguardi importanti, primo tra tutti, la finale di Coppa Italia. “Noi calciatori siamo un po’ bambini e prima di addormentarci la sera pensiamo a come sarebbe bello giocare una finale secca all’Olimpico, in fondo nessuno di noi ha mai vinto qualcosa di così importante. Non dobbiamo commettere l’errore di pensare che la qualificazione è cosa fatta, in virtù del 2-2 dell’andata. Certo abbiamo fatto bene, ma il Milan è un avversario di grandissima caratura e rimane il grande favorito. I grandi campioni vogliono sempre vincere e non si accontenteranno solo di conquistare lo scudetto, vorranno vincere anche la Coppa Italia”. A proposito del suo futuro, come spesso riportato da TuttoPalermo.net, Balzaretti, è stato accostato a grandi squadre, prima tra tutte, proprio il Milan, il terzino di fascia sinistra ha detto: “Non è il momento di discutere di rinnovi o altro. Il mese che arriva sarà decisivo per tutto, anche per il futuro. Per ora penso solo al campo ma dico che in ogni mia scelta la famiglia viene prima anche delle ambizioni personali. A luglio mi sposo, a maggior ragione qualunque decisione la prenderò assieme alle persone a cui voglio bene”.

[Rosario Carraffa, Andrea Nizza e Maria Concetta Casales – Fonte: www.tuttopalermo.net]