Palermo, Zamparini: un aggettivo per ogni allenatore alle sue dipendenze

Una cosa la vogliamo sottolineare stamani e cioè quella che il Presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, sicuramente fa notizia, più di altri presidenti anche quando, in un certo qual senso, si diverte a rilasciare dichiarazioni un po’ “glamour”.

Stamani sul Corriere dello Sport, il Patron rosanero, si è espresso con una sola parola, in una sorta di giochino degli aggettivi, su tutti i tecnici che ha avuto alle sue dipendenze. Tanto per parlare degli ultimi due avuti in questa stagione su Delio Rossi, ha detto: antipatico e bravo, su Serse Cosmi: non giudicabile, ma ecco tutti gli altri:

Zaccheroni: Vincente
Bellotto: Da Serie B
Spalletti: Ottimo
Materazzi: Non giudicabile
Prandelli: Giovane, da farsi
Iachini: Grintoso
Glerean: Spregiudicato
Arrigoni: Lavoratore
Sonetti: Pensionato
Baldini: Doloroso
Guidolin: Ottimo e triste
Del Neri: Buon amico
Papadopulo: Eclettico
Colantuono: Prestante
Ballardini: Presuntuoso
Zenga: Simpaticone

Intanto in vista della finale di Coppa Italia di domenica prossima a Roma contro l’Inter sono stimati ad oltre 30.000 i tifosi rosanero che saranno al seguito della squadra.

[Maria Concetta Casales – Fonte: www.tuttopalermo.net]