Il piano della FIFA per salvare il calcio: 150 milioni alle Federazioni

153

Il nuovo progetto prevede invece un calendario meno intasato nel 2020/21: dall’autunno inoltrato a fine aprile campionato di Apertura (partite di sola andata, ci sarebbe posto anche per un paio di squadre in più), finali di Champions ed Europa League prima di EURO 2020 e Olimpiade, Clausura con date flessibili da stabilire (esempio ottobre 2021-marzo 2022), chiusura con finale play-off tra le vincitrici delle due fasi. Dopo la sosta di un mese, comincerebbe la stagione 2022/23: Apertura da chiudere entro ottobre, per permettere alle Nazionali il ritiro premondiale e, al rientro dal Qatar, Clausura e normale stagione di Champions e coppe, magari con il nuovo Mondiale per Club della FIFA a giugno 2023.

La FIFA, attraverso un comunicato ufficiale, ha illustrato le misure per fronteggiare l’emergenza da COVID-19.

ZURIGO – La FIFA, attraverso il proprio sito ufficiale, ha reso noto che nei prossimi giorni distribuirà i finanziamenti operativi dovuti alle federazioni associate per gli anni 2019 e 2020, come primo passo di un piano di soccorso per aiutare la comunità calcistica colpita dalla pandemia di COVID-19. Questa misura comporterà la distribuzione di circa 150 milioni di dollari tra le 211 leghe calcistiche nazionali in tutto il mondo.

Nell’ambito della decisione, tutti i diritti rimanenti delle associazioni associate ai costi operativi nell’ambito del programma Forward 2.0 saranno interamente resi noti per gli anni 2019 e 2020. In particolare, il rilascio della seconda quota dei costi operativi per il 2020, originariamente previsto a luglio, sarà pagato immediatamente. In circostanze normali, le associazioni facenti pare della FIFA avrebbero ricevuto l’intero importo del contributo solo dopo aver soddisfatto criteri specifici. Invece, la FIFA sta trasferendo l’importo come supporto attivo per aiutare a salvaguardare il calcio in tutte le federazioni affiliate. Concretamente, questo significa che la FIFA rilascerà 500.000 dollari a ciascuna associazione membro nei prossimi giorni, nonché eventuali diritti rimanenti per il 2019 e il 2020.

Questa assistenza finanziaria immediata dovrebbe essere utilizzata per mitigare l’impatto finanziario di COVID-19 sul calcio nelle federazioni affiliate, in particolare per far fronte agli obblighi finanziari o operativi che potrebbero esserci nei confronti del personale e di terzi. Gli obblighi e le responsabilità standard in relazione all’utilizzo di questi fondi, come indicato nei regolamenti Forward 2.0, restano pienamente applicabili e saranno soggetti al processo standard di audit e rendicontazione. Questo piano di agevolazioni finanziarie è possibile grazie alla forte posizione finanziaria che la FIFA è stata in grado di consolidare negli ultimi quattro anni. Le prossime fasi del piano sono attualmente in fase di finalizzazione e verranno comunicate prossimamente.

Articoli correlati