Pillole amaranto. In casa i conti non tornano

220 0

Livorno – C’era una volta il fortino dell’Armando Picchi. Purtroppo anche questo inizio di stagione sembra confermare la tendenza degli ultimi campionati, vale a dire la difficoltà degli amaranto ad esprimersi ed a fare risultato sul terreno di casa. Sono infatti appena 5 i punti conquistati dal Livorno in altrettante partite casalinghe. Le uniche squadre ad aver avuto fin qui un rendimento peggiore fra le mura amiche sono state Vicenza (4 punti), Nocerina e Ascoli (entrambe con appena 2 punti).

Il piatto piange anche in tema di gol segnati. Con la Reggina, infatti, il Livorno è rimasto a secco davanti al pubblico di casa per la quarta volta in 5 partite. I calciatori amaranto hanno segnato a Livorno solo 3 gol e tutti in una volta sola, contro la Juve Stabia; per il resto due pareggi per 0-0 (contro Sampdoria ed Empoli) e due sconfitte per 0-2 (contro Nocerina e Reggina).

Decisamente più confortanti i numeri relativi alle sole partite giocate in trasferta. Lontano da Livorno gli amaranto hanno totalizzato il doppio dei punti (10) e segnato il triplo dei gol (9) rispetto al fatturato casalingo. Nella classifica dei punti ottenuti fuori casa, la banda di Novellino divide il terzo posto con il Sassuolo, preceduta solo dal Torino (15 punti) e dalla Samp (11)

Il Livorno aveva cominciato il campionato vincendo in rimonta a Crotone dopo essere passato in svantaggio. Poi però non è più riuscito a raddrizzare una partita una volta andato sotto di un gol. Oltre che nelle due partite perse in casa, ciò è avvenuto anche in occasione della sconfitta di Bari. Viceversa, nelle 4 occasioni in cui è passato per primo in vantaggio, 3 volte ha portato a casa la vittoria mentre in una circostanza (a Vicenza) è stato raggiunto sul pari.

Terzo rigore stagionale a favore del Livorno. Dopo la doppietta di Dionisi a Crotone, questa volta sul dischetto si è presentato Paulinho, che però si è fatto parare il tiro dal portiere della Reggina Pietro Marino. Nessun calcio di rigore è stato invece fin qui fischiato contro gli uomini di Novellino.

Le partite del Livorno sono state fino a questo momento particolarmente corrette. In 10 gare, nessuna espulsione a danno dei giocatori amaranto ed un solo “rosso” nei confronti di un calciatore avversario, il varesino Carrozza.

Gli amaranto hanno chiuso il primo tempo in parità in ben 8 partite su 10; in 3 occasioni hanno poi vinto (a Crotone, a Varese ed in casa con la Juve Stabia), in 2 occasioni hanno poi perso ( in casa contro Nocerina e Reggina), mentre nelle altre 3 circostanze il risultato è rimasto invariato ( a Vicenza e in casa contro Samp ed Empoli). Nelle restanti 2 partite, gli amaranto hanno concluso la prima frazione di gioco una volta in svantaggio (a Bari) ed una in vantaggio ( a Bergamo contro l’Albinoleffe) ed in entrambi i casi la sostanza del risultato non è poi mutata nella ripresa. Tutto ciò significa che il Livorno ha 4 punti in più rispetto a quanti ne avrebbe avuti se le partite si fossero concluse al 45° minuto.

[Claudio Marchini – Fonte: www.amaranta.it]