Pioli: “Grande cuore, uno sforzo straordinario per ottenere un risultato importante”

logo-lazioFIRENZE – Una vittoria pesante, uno scontro diretto dal sapore europeo che si colora di biancoceleste. Due assist di Candreva, un gol a testa per Djordjevic e Lulic: ecco i tre punti per una Lazio corsara. La terza vittoria consecutiva e i 12 punti in classifica possono far sorridere Stefano Pioli. Al termine del match, il tecnico laziale è intervenuto in conferenza stampa dalla pancia dell’Artemio Franchi. Questa la diretta scritta a cura de Lalaziosiamonoi.it.

Cosa le è piaciuto di più della prova di oggi?
Un po’ tutto. Dentro questa partita c’è tanto del nostro lavoro, dello spirito dei ragazzi e delle ultime prestazioni. C’è anche una lezione: nel primo tempo abbiamo interpretato la gara col piglio giusto, nella ripresa l’abbiamo fatto meno. Dobbiamo essere sempre la squadra che produce maggior gioco, non dobbiamo limitarci a subire passivamente. Con questo caldo era duro tenere i ritmi alti, poi la Fiorentina è una grande squadra. Ma ci abbiamo messo grande cuore, uno sforzo straordinario per ottenere un risultato importante.

Può essere la gara della svolta?
Lo può essere ogni partita. Da questa gara riceviamo sicuramente segnali più positivi che negativi, ma da ogni partita otteniamo aspetti positivi da rinforzare e lati negativi da migliorare.

Gioco ostruzionistico concesso alla Lazio, i suoi giocatori molto scaltri, otto minuti di recupero: un suo giudizio?
I miei giocatori hanno interpretato la gara con grande generosità, siamo stati molto leali e allo stesso tempo molto determinati. I viola cercano spesso l’uno contro uno, i miei giocatori sono stati cinici e attenti. Gli 8 minuti mi sono sembrati eccessivi, il quarto uomo mi ha spiegato che erano legati all’igresso ripetuto della barella e alle sostituzioni.

Mauri ha impresso molto movimento tra le linee…
Ho scelto di far giocare vicini Mauri e Lulic per farli alternare. Entrambi sanno allargarsi, accentrarsi e inserirsi. La loro collaborazione poteva dare meno punti di riferimento agli avversari.

Si trova a dover gestire tanti infortuni…
Gli infortuni ci stanno penalizzando, riguarda quasi sempre la zona del polpaccio, mai interessata lo scorso anno. Con lo staff medico stiamo cercando di intervenire su questo fronte. Ciani? Solo crampi, oggi nessun infortunio per fortuna.

[Stefano Fiori – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]