Pioli: “Partita importante ma non dobbiamo cambiare il nostro atteggiamento”

Esattamente un girone fa il Bologna era ultimo, la sconfitta con la Sampdoria però diede anche un segnale: in 10 per espulsione di Morleo i rossoblù se la giocarono quasi alla pari. Pioli non ne fa mistero, cerca i tre punti della “matematica” salvezza: “É una partita importante ma non dobbiamo cambiare il nostro atteggiamento. Vogliamo finire il campionato nel miglior modo possibile, ci son sei partite e diciotto punti a disposizione, cercheremo di portarne a casa il più possibile. Ci siamo preparati per provare a tornare alla vittoria, vincere domani significherebbe raggiungere la famosa quota salvezza. Il campionato ci ha insegnato che più le partite diminuiscono più è difficile vincerle. Dobbiamo alzare l’asticella e sicuramente ci proveremo, mi auguro questo atteggiamento lo abbiano anche i nostri tifosi.” Non manca una breve analisi della stagione: “Secondo me è stato un campionato particolare per tantissime squadre che hanno cominciato benissimo mentre adesso stanno facendo fatica a ritrovare la stessa marcia. Altre squadre come il Milan hanno avuto un inizio molto difficile per poi riprendersi alla grande. Noi siamo tra quelle, abbiamo avuto un inizio difficile, abbiamo fatto un percorso in crescita con una certa continuità. Un girone fa eravamo ultimi in classifica mentre adesso abbiamo la possibilità di raggiungere la salvezza con qualche giornata di anticipo, significa che di strada ne abbiamo fatta ma anche che il nostro percorso non è ancora terminato.” La Sampdoria ha un solo punto in meno in classifica e per certi versi ricorda molto come modo di giocare il Torino di Ventura. Buono il lavoro del tecnico blucerchiati che ha risollevato i liguri: “Rossi è un allenatore capace, ha una squadra che soprattutto in trasferta concede molto poco, compatta, prende pochi gol ed è veloce nel ripartire. Se abbiamo avuto difficoltà col Torino domani sarà altrettanto complicato. Se vogliamo la vittoria c’è bisogno di tanto domani”.

[Mario Sacchi – Fonte: www.zerocinquantuno.it]