Prandelli e Firenze: ”La ringrazierò sempre, è la mia città”

Nel corso della conferenza stampa di presentazione come nuovo Ct azzurro, Cesare Prandelli è tornato sulla sua scelta di accettare la panchina azzurra, ribadendo che neppure con lui c’erano stati contatti con la Figc prima di quel “famoso” lunedì della telefonata con Abete di cui aveva parlato anche la Fiorentina nelle settimane scorse. Queste le parole di Prandelli relative alla Fiorentina:

Non ho mai pensato alla Nazionale finchè in quel lunedì mattina mi ha chiamato il presidente Abete. Sono qui forse perchè colleghi più blasonati non erano “liberi” o almeno “non vincolati” come me ( ?, ndr). Alla Nazionale non potevo dire di no e non ho avuto nessun dubbio. Ringrazio di cuore la Fiorentina che in questi 5 anni mi ha dato la possibilità di lavorare con grande serenità, la famiglia Della Valle, e auguro al club di continuare a fare bene. I tifosi viola? Li ho salutati scrivendo parole dettate da sentimenti sinceri, un grande ringraziamento che mi rimarrà per sempre, Firenze è ormai la mia città. Un’amichevole a Firenze? Dipenderà dalla federazione e per quanto mi riguarda sarebbe una bella cosa.

Tradito dalla Fiorentina? Assolutamente no, quando è arrivata la chiamata della Nazionale ci siamo parlati e insieme abbiamo valutato che non potevamo dire di no. L’addio alla Fiorentina? Vorrei parlare esclusivamente della Nazionale. Per quanto mi riguarda rimane inalterato il rapporto con tutti e nel tempo avremo modo di rafforzarlo. Prima della chiamata della Figc non avevo mai pensato alla Nazionale, ma quando è successo mi sono sentito coinvolto da subito. Il parallelo con Valcareggi ( ex allenatore della Fiorentina chiamato dopo il fallimento del 1966 – domanda del ‘nostro’ Roberto Vinciguerra) ? Questo raffronto mi fa ben sperare, visto che di solito con le tue statistiche ci azzecchi… (sorride). Orzinuovi? E’ e rimane il mio paese ma in questo momento Firenze per me è un riferimento.

Sul tanto chiacchierato interesse della Juventus nei suoi confronti:

Per un allenatore professionista è un piacere essere accostato a club importanti, comunque la Juve ha preso un grande allenatore e i tifosi bianconeri possono stare tranquilli.

[Simone Bargellini – Fonte: www.violanews.com]