Preziosi: «Palermo abbordabile, la gara dipenderà da chi ha più voglia di vincere»

QUI PEGLI – A sorpresa, il Presidente del Genoa Enrico Preziosi è stato protagonista nella conferenza stampa di oggi: “Riprenderò Toni per la sua affermazione – ha scherzato, riferendosi alla battuta dell’attaccante su un possibile futuro in rossoblu di Cassano – non voglio parlare di un giocatore di un’altra società: anche se io ho le mie considerazioni su di lui, c’è troppa rivalità tra noi e la Sampdoria”.

Il patron rossoblu è subito passato a parlare della partita di domenica contro il Palermo : “Do molto peso a questa gara, dobbiamo gestirla bene. Rispetto ai valori in campo il Palermo per noi è abbordabile, bisogna vedere con quale approccio ci presenteremo e chi avrà più voglia di vincere. Dobbiamo temere il fatto che loro sono molto arrabbiati perchè da molto tempo non vincono in casa”. A proposito di questo, Preziosi ha confrontato i risultati del Genoa in trasferta degli ultimi anni: “Attualmente ci manca un buon risultato trasferta poiché rispetto ai campionati scorsi, e a quello con Milito in particolare, siamo sotto media”.

Il presidente ha parlato dell’attuale periodo di difficoltà della squadra a causa dei numerosi infortuni: “Sono cose che capitano: l’anno scorso si pensava fossero dovuti ai tanti impegni come Europa League, ma non è stato così. I nostri interessano il reparto attaccanti, cosa che crea problemi poiché nessuna squadra di serie A può permettersi di avere fuori cinque attaccanti. Comunque Veloso sta recuperando e forse è pronto per giocare un tempo, mentre per Rudolf valuteremo nell’allenamento di oggi. Nonostante le defezioni però, abbiamo fatto una buona gara con l’Inter”.

E proprio sull’episodio che ha coinvolto Eduardo venerdì scorso, Preziosi ha speso qualche parola: “Secondo me Eduardo è un acquisto azzeccato, le aspettative su di lui sono alte poiché è il portiere più accreditato d’Europa e quindi un suo piccolo errore viene amplificato e non perdonato. Ha un fisico eccezionale, forse deve ancora capire alcuni meccanismi, ma migliorerà; l’ha dimostrato con l’Inter, dopo quell’errore si è ripreso ed è stato reattivo su palloni difficili”.

Il presidente ha anche avuto il tempo di fare un’analisi generale di questo campionato: “E’ un campionato strano, diverso da quello scorso, dove tutto può succedere. Si stanno imponendo anche squadre meno accreditate come la Lazio, se anche noi fossimo più fortunati in termini di occasioni, saremmo tra le grandi squadre. Però non bisogna abbattersi per le sconfitte né esaltarsi per le vittorie, la classifica cambia ogni domenica”; ha anche criticato i recenti risultati italiani in Europa League e in Champions League: “Ha poco senso andarci, l’anno scorso in Europa ci abbiamo rimesso soldi e giocatori. Trovo che in generale, le squadre italiane siano lente e i nostri giocatori peccano di divismo. A differenza di loro, i fuoriclasse delle squadre estere corrono veloci; meglio un somaro che corre che un cavallo fermo”.

Preziosi ha inoltre smentito ogni possibilità di acquisto accreditato al Genoa per il mercato di gennaio: “Abbiamo fatto una campagna interessante a giugno e quindi a gennaio non compreremo più nessuno, la squadra non si rivoluzionerà. Chi lo scrive perde solo tempo”.

Infine, il Presidente ha chiarito il suo rapporto con la squadra e Gasperini: “Oggi sono venuto a trovare il mister, abbiamo pranzato assieme. Con lui non parlo mai di formazioni e giocatori, non mi sono mai permesso di dire cosa fare ad un allenatore, piuttosto consiglio alcune strategie e cerco di mantenere all’interno della squadra un ambiente sereno per andare avanti e recuperare questo periodo di difficoltà”.

[Andrea Oliveri – Fonte: www.pianetagenoa1893.net]