Seria A, 7° giornata: quali saranno le formazioni titolari

Serie A 2018 2019

Le probabili formazioni della settima giornata del campionato di Serie A con Juventus – Napoli e il derby di Roma in primo piano

TORINO – La settima giornata di Serie A partirà subito con due big match: sabato alle 15 sarà Roma – Lazio la gara che aprirà questo turno e, a seguire, alle 18 la scia infuocata della stracittadina romana sarà affidata a Juventus – Napoli. Da evidenziare l’interessante sfida di domenica alle 15 tra Fiorentina e Atalanta al “Franchi”. Andiamo a vedere, partita per partita le probabili formazioni previste ricordando che nel link qui di seguito potete trovare gli ultimi aggiornamenti con squalificati, indisponibili e panchine.

7° SERIE A, le probabili formazioni

Roma – Lazio

I giallorossi, dopo la vittoria con il Frosinone, dovrebbero confermare il 4-2-3-1 con Under, Pastore e El Sharaawy che agiranno alle spalle di Dzeko. Dovrebbe esserci anche Manolas che, dopo il lieve infortunio nell’infrasettimanale, sarà al centro della difesa. I biancocelesti riproporranno il solito 3-5-1-1, gli unici dubbi riguardano la difesa con Radu che sta tentando il recupero in extremis. Se il romeno non riuscirà ad essere in forma per il Derby, sarà Luiz Felipe a scendere in campo al fianco di Acerbi e Wallace. Dietro Immobile dovrebbe agire Luis Alberto, leggermente impensierito da Correa dopo la buona prestazione di Udine.

Juventus – Napoli

Allegri, dopo la vittoria di mercoledì, dovrebbe tornare al 4-3-3. A centrocampo potrebbe partire dall’inizio Emre Can al fianco di Pjanic e Matuidi. In attacco ballottaggio tra Dybala e Bernardeschi con l’argentino leggermente favorito. I partenopei, presumibilmente, torneranno al modulo classico. In attacco dubbi tra Milik e Mertens, mentre dovrebbero tornare dal primo minuto Callejon e Hamsik. In porta solito ballottaggio tra Ospina e Karnezis, anche se il colombiano è avanti nelle gerarchie.

Inter – Cagliari

Buone notizie per Spalletti visto che Miranda ha recuperato ed è pronto a scendere in campo per far riposare Skriniar. A centrocampo è pronto Gagliardini, mentre Politano e Candreva si giocheranno fino all’ultimo una maglia da titolare. I sardi potrebbero optare per un 4-3-1-2 con Joao Pedro alle spalle di Sau e Pavoletti. Lykogiannis non sarà del match a causa di un infortunio muscolare che lo ha costretto in infermeria.

Bologna – Udinese

Continuano i problemi per Inzaghi anche se Poli e Svanberg sembrano migliorare. Per i due, in caso di pieno recupero, non è escluso un inizio dal primo minuto. Nagy dovrebbe avere le chiavi del centrocampo, mentre Santander guiderà l’attacco rossoblu. Nei friulani tornerà dal primo minuto Kevin Lasagna con De Paul che agirà alle sue spalle. Ballottaggio 50-50 tra Machis e Pussetto. La difesa non dovrebbe subire cambiamenti rispetto alla gara contro la Lazio.

ChievoVerona – Torino

I clivensi dovrebbe presentarsi con Birsa e Giaccherini alle spalle di Stepinski, mentre a centrocampo sia Obi che Rigoni potrebbero essere della gara. Mazzarri è propenso a riproporre il tandem di attacco proposto da Zaza e Belotti con Soriano che potrebbe avere una maglia per il centrocampo granata.

Fiorentina – Atalanta

Dopo il buon impatto nella sfida contro l’Inter, sia Gerson che Pjaca ritroveranno una maglia da titolare. Simeone è ancora confermato come punto di riferimento dell’attacco viola, con Mirallas che si accomoderà in panchina. L’Atalanta è un cantiere aperto con molti dubbi. Si parte dalla porta con il solito ballottaggio tra Berisha e Gollini con l’albanese leggermente favorito (si parla di 52%-48%), sulle corsie esterne soliti dubbi con Castagne e Hateboer. Sulla trequarti una maglia sola per Ilicic, Rigoni e Pasalic. In attacco si giocano una maglia Barrow e Zapata con quest’ultimo che dovrebbe scendere in campo.

Frosinone – Genoa

Nei ciociari, ancora fermi ad un punto con zero gol segnati, potrebbe esserci la presenza dal primo minuto di Campbell. In difesa Molinaro e Salamon saranno nell’undici titolare. Pochi dubbi per Ballardini , la coppia d’attacco Piatek-Kouame va verso la conferma. Rumulo e Hiljemark dovrebbero presenziare nel centrocampo a discapito di Sandro e Mazzitelli.

Parma – Empoli

Gervinho tornerà dal primo minuto contro l’Empoli dopo il riposo contro il Napoli. Dimarco è in vantaggio rispetto a Gobbi per una maglia da titolare. Ciciretti non è al meglio e quindi rischia di non scendere in campo. I toscani confermano la formazione che ha ottenuto il pari contro il Milan, tranne per Zajc che rientrerà dalla squalifica posizionandosi alle spalle di La Gumina e Caputo.

Sassuolo – Milan

De Zerbi pensa al 4-3-3 con l’ex di turno Boateng che dovrebbe essere affiancato da Berardi e Di Francesco. A centrocampo scalpita l’altro ex Locatelli. Nei rossoneri è ancora incerta la presenza di Higuain, con Cutrone pronto per fare la punta centrale dell’attacco milanista. Calhanoglu potrebbe non scendere in campo a causa delle recenti prestazioni sottotono. Rodriguez ptrebbe tornare titolare nella difesa rossonera.

Sampdoria – SPAL

Kownacki, dopo l’errore decisivo contro il Cagliari, sarà riproposto nell’attacco blucerchiato. In difesa potrebbe esserci ancora spazio per Tonelli. A centrocampo Linetty vuole una maglia da titolare. La SPAL rischia di dover far a meno di Kurtic visto il brutto infortunio subito al gomito contro il Sassuolo. Ballottaggio in attacco tra Petagna e Paloschi.