Verso Qatar 2022 – Le infrastrutture e gli stadi in costruzione

681

Verso Qatar 2022 - Le infrastrutture e gli stadi in costruzione

Ieri, con la vittoria della Francia sulla Croazia, si è conclusa le ventunesima edizione del Mondiale di Calcio. Tra quattro anni toccherà al Qatar.

MOSCA – La ventunesima edizione del Mondiale è andata in archivio con la vittoria della Francia sulla Croazia per 4-2, in quel di Mosca. Trentuno giorni di grandi emozioni con 169 reti segnate per una media di 2,67 a incontro. Un successo anche dal punto di vista dell’organizzazione con la Russia che non ha affatto deluso le aspettative. Tra quattro anni, dunque, spazio al Qatar per il primo Mondiale invernale che si giocherà dal 21 novembre al 18 dicembre. La nazione asiatica si sta già preparando al grande evento con infrastrutture e nuovi stadi per garantire piacere e massima sicurezza nel corso dei 64 incontri. Di seguito la lista degli stadi che saranno presenti nella ventiduesima edizione del Mondiale.

Verso Qatar 2022 – Le infrastrutture e gli stadi

  • Il Lusail Iconic Stadium: lo stadio che ospiterà la prima partita e la finale del torneo sarà costruito a Lusail e ospiterà fino a 86.250 persone.
  • Al-Shamal Stadium: una struttura con la capacità di 45.120 situata a Madinat ash Shamal nel nord del Qatar, sul golfo Arabico. La forma concava deriva dalle tradizionali “dhow”, le imbarcazioni da pesca locali.
  • Al-Khor Stadium: uno stadio di 45.330 posti situato ad Al Khor, nel nord est del Qatar, progettato con la forma di una splendida conchiglia asimmetrica. Alcuni spettatori potranno vedere il Golfo dal loro posto mentre i giocatori potranno beneficiare di una copertura flessibile che assicurerà l’ombra sul terreno di gioco.
  • Al Wakrah Stadium: impianto di 45.120 posti, situato ad Al Wakrah nel sud del Qatar, immerso in un parco con una piscina a tema, una spa, attrezzature sportive e un centro commerciale. L’ingresso principale dello stadio si affaccerà su una bellissima piazza che creerà il senso di un unico grande parco.
  • Qatar University Stadium: sostituirà una struttura preesistente ed avrà una capienza di 43.520 persone.
  • Sports City Stadium: situato a Doha, conterrà 47.500 persone.
  • Umm Salal Stadium: situato ad Umm Salal, avrà una capienza di 45.000 persone.
  • Doha Port Stadium: di prossima costruzione a Doha, capienza 45.000 persone.
  • Education City Stadium: altro stadio che sarà costruito nella capitale del Qatar, ancora capace di ospitare 45.000 persone.
  • Ahmed bin Ali Stadium: 20 chilometri a Al-Rayyan, a nordovest di Doha, la cui attuale capacità, grazie alla giustapposizione di una tribuna superiore, dovrebbe raddoppiare fino a ospitare 44.740 spettatori. Lo stadio sarà avvolto da una speciale membrana che servirà da schermo gigante per la proiezione di aggiornamenti flash e informazioni sulla partita.
  • Al Gharafa Stadium: anche questo stadio situato vicino Doha raddoppierà la sua attuale capacità fino a 44.740 spettatori. La facciata sarà costituita dall’intreccio dei colori di tutti i paesi che si qualificheranno per la 2022 Qatar FIFA World Cup, simboleggiando l’amicizia, la tolleranza e il rispetto reciproci fra la Coppa del Mondo FIFA e il Qatar.

Tutti gli stadi avranno impianti di raffreddamento a emissioni zero grazie all’utilizzo di tecnologie solari per garantire che la temperatura non superi mai i 27 °C e assicurando sempre ottimali condizioni di gioco e un ambiente confortevole per i tifosi. Una nuova rete metropolitana, con una lunghezza totale di 320 km, sarà realizzata nel 2021. Tutti gli stadi saranno collegati al sistema autostradale del Qatar e, per offrire un comodo accesso agli spettatori, alcuni potrebbero essere raggiunti anche dai taxi d’acqua.

Articoli correlati