Riprendere a giocare o fermarsi? La Serie A è spaccata

126

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport si è creata una spaccatura tra i club di Serie A circa l’eventuale ripresa del campionato.

ROMA – Sono giorni complicati e frenetici per il calcio italiano con valanghe di riunioni (a volte fini a se stesse) e tante confusione sull’eventuale ripresa del campionato di Serie A. Già, eventuale, visto che molti club stanno manifestando la voglia di non ripartire vista la situazione di emergenza che sta attanagliando anche il nostro Paese. Tante le questioni in ballo e, man mano che passano i giorni, il Partito del “Fermiamo qui la stagione” cresce coinvolgendo un numero maggiore di club.

Ovviamente ci sono molti interessi in ballo dietro le scelte di ogni Presidente: ad esempio, Lazio e Napoli vogliono a tutti i costi che la stagione riprenda visto che la squadra capitolina sta lottando per lo Scudetto mentre i partenopei vogliono un posto in Europa. Discorso diverso per la Sampdoria che, in questo momento, sarebbe salva. Secondo il Corriere dello Sport le posizioni dei club di Serie A sarebbero queste:

  • Stagione finita: Torino, Brescia, Sampdoria, Bologna, Milan, Inter il Genoa e la SPAL.
  • In mezzo non sarebbero ancora schierate, in attesa di sviluppi: Juventus e Udinese.
  • Sperano che si possa tornare a giocare: Lazio, Napoli, Cagliari, Atalanta, Roma, Fiorentina, Hellas Verona, Parma, Sassuolo, Lecce.

Articoli correlati