Roma, Adriano addio a luglio: vuole il Flamengo

Adriano partirà per Roma non appena avrà risolto i problemi burocratici legati al rinnovo del passaporto ed all’espatrio del figlio Adrianinho (in Brasile la legislazione è molto severa in materia di viaggi all’estero di figli di persone non sposate). Ma a luglio, secondo quanto avrebbe confidato l’Imperatore ad amici a lui molto vicini, tornerà definitivamente a Rio per giocare di nuovo nel Flamengo, con cui ha vinto il campionato brasiliano del 2009.

Lo scrive il quotidiano carioca ‘O Globo’, precisando che il giocatore avrebbe ricevuto direttamente dalla presidente della Roma Rosella Sensi la promessa che alla fine della stagione calcistica in corso potrà andare via svincolandosi a costo zero (ovviamente con la rescissione del contratto che lo lega al club di Trigoria). Pur di tornare al Flamengo, Adriano sarebbe disposto a guadagnare meno di quanto riceve dalla società vice-campione d’Italia.

Quanto ai problemi per il passaporto, il giornale di Rio lo spiega motivandoli anche con il fatto che negli ultimi cinque anni l’Imperatore non avrebbe mai votato, cosa che va contro il fatto che in Brasile il voto non è un diritto ma un obbligo (chi non lo esercita deve giustificarsi).

A spingere Adriano verso il ritorno in patria c’é anche il fatto che sembrano superati, con l’archiviazione, i problemi giudiziari che aveva a Rio per i suoi rapporti con alcuni amici d’infanzia divenuti, secondo l’autorità giudiziaria, dei narco-trafficanti della ‘favela’ di Vila Cruzeiro

[Davide Russo de Cerame – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]