Roma, Garcia: “Con il Sassuolo partita difficile”

72

logo-romaIl tecnico della Roma Rudi Garcia ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Sassuolo, in programma domani alle 18.00 allo Stadio Olimpico.

Il Sassuolo è la squadra rivelazione del campionato…
“Loro e l’Empoli stanno facendo bene. Non perde da 7 partite il Sassuolo, è una squadra che gioca, con un attacco forte e soprattutto la scorsa stagione, anche non giocando ogni tre giorni, con loro non abbiamo vinto. È una partita difficile”.

Sul rinnovo di De Sanctis.
“Sono molto contento, è un anno e mezzo che Morgan gioca con noi, non è solo un portiere forte, ma anche un uomo di qualità ed è molto importante. Con lui e Lucasz (Skorupski, ndr) abbiamo due portieri di altissimo livello e mi va bene così”.

Le scelte di domani?
“Le scelte di domani saranno fatte per vincere la gara di domani, senza pensare al City. La forma dei giocatori è solo un parametro tra tanti. Domani metterò in campo la squadra che mi farà ottenere i tre punti. Lo voglio io e lo vuole la squadra. Se saremo solo al 99% non riusciremo, la squadra lo sa e manderò in campo chi sarà al 100%”.

Strootman?
“Kevin è pronto, è subentrato già due volte. Poi sappiamo che non è al 100%, deve ancora allenarsi e giocare. Sappiamo che è uno dei calciatori più forti, l’Europa intera lo vuole. Sta ritrovando la condizione fisica e psicologica giusta. Se sarà titolare? Lo vedrete domani. Maicon? Sta benissimo può giocare tutte le partite di fila”.

È favorevole giocare sapendo il risultato di Fiorentina-Juventus?
“Vedremo la gara stasera, ma non importa. Non voglio dipendere dagli altri, ma voglio fare la mia strada. Se vinciamo tutte le gare che possiamo vincere avremo la giusta ricompensa. Sono concentrato su noi”.

Rischia di essere stressante dover rincorrere?
“No, per niente, il campionato è una maratona, bisogna essere pronti per ognuna delle gare di questo campionato. È così che si ottengono risultati importanti”.

La Roma non sfrutta abbastanza i calci d’angolo?
“Sono arrivati dei gol, forse non abbastanza, non ho le statistiche e non voglio dire stupidaggini su questa cosa”.

Le condizioni di Iturbe?
“Manuel sta veramente bene in questo momento e lo abbiamo visto contro l’Inter. Sta ritrovando la sua velocità ed esplosività che è fondamentale per il suo gioco. Dà sempre tutto in campo ed è molto positivo perché lavora molto sulla squadra. Sono tranquillissimo sia per lo stato d’animo che per lo stato fisico di Manuel”.

Castan?
“Leo è uscito dalla terapia intensiva, ci siamo mandati degli sms questa mattina e sono molto contento che sia andato bene l’intervento. Serva pazienza ora e andremo a visitarlo appena possibile. Tanti auguri a lui per il suo ritorno”.

Sui complimenti di Mancini.
“Quando un allenatore grande come Mancini che ha vinto tanti titoli anche all’estero ci fa i complimenti è incoraggiante per noi. Vuol dire che siamo sulla strada giusta”.

La difesa è peggiorata rispetto alla scorsa stagione?
“Se dico che ha preso 6 gol in 12 partite, vuol dire che ha preso pochi gol. Vuol dire che difende bene, l’Inter ha attaccanti forti ed è normale che può farci gol. Prima avevamo chiuso sempre imbattuti in casa. Io vedo che ho dovuto cambiare molto visto gli infortunati, abbiamo cambiato la difesa rispetto alla scorsa stagione, quindi devo dire che la difesa è formidabile”.

Con una vittoria la Roma può eguagliare i punti ottenuti la scorsa stagione… 
“Al momento siamo a 2 punti rispetto allo scorso campionato, in cui avevamo vinto 10 gare di fila. Con 5 gare di Champions in più è un risultato eccezionale”.

Su Florenzi.
“Florenzi è un giocatore importantissimo per noi, per la Roma. Da quando sono arrivato sta facendo molto bene in un ruolo offensivo in cui non era abituato. Son sicuro che in caso farebbe bene anche in porta. Gli auguro di emulare Totti e di giocare tutta la carriera qui con la Roma. Vorrà dire che la Roma sarà all’altezza delle sue ambizioni”.

Skorupski in prestito col rinnovo di De Sanctis?
“No, ho detto che ho due portieri fortissimi e sono contentissimo di averli. Non abbiamo bisogno di nessun altro”.

[Gabriele Chicchio – Fonte: www.vocegiallorossa.it]

Articoli correlati