Roma: ostacolo Slovan Bratislava sulla via che porta all’Europa League

Come due anni fa, la Roma torna in Slovacchia per guadagnarsi l’accesso alla fase a gironi della UEFA Europa League. Ma se con Spalletti i giallorossi affrontarono il Kosice, quarto l’anno precedente, Luis Enrique avrà già un microscopico assaggio di Champions League, visto che lo Slovan Bratislava è campione in carica della Corgon Liga 2010/2011. La squadra più titolata di Slovacchia, con sei titoli conquistati dal 1993, anno di nascita del campionato dopo la separazione dalla Repubblica Ceca, arriva a questi playoff dopo aver tentato l’accesso in Champions League, superando nel secondo turno preliminare i kazaki del Tobol e mancando la qualificazione ai playoff della massima competizione europea per mano dell’Apoel Nicosia. La squadra allenata da Karel Jarolim aveva raggiunto questo punto del torneo anche nelle ultime due stagioni, venendo però eliminata dall’Ajax nel 2009 e dallo Stoccarda nel 2010.

Ci sono solo tre precedenti con squadre italiane: nel 1968/1969 lo Slovan eliminò il Torino (2-1 in Slovacchia e 1-0 in Piemonte) nella strada che portò alla vittoria della Coppa delle Coppe contro il Barcellona (unico trofeo europeo vinto dallo Slovan), nel 1982/1983 ebbe invece la via sbarrata al primo turno di Coppa UEFA dall’Inter, che con un 2-0 a San Siro rese inutile la vittoria dello Slovan per 2-1 in casa, mentre dieci anni dopo fu il Milan a schiacciare le resistenze dei biancoazzurri, vincendo entrambe le gare (1-0 e 4-0) del secondo turno di quella Champions League.

[Gabriele Chiocchio – Fonte: www.vocegiallorossa.it]