Roma-Pescara, le parole di Spalletti

I giallorossi superano i biancazzurri per 3-2. A segno Dzeko (doppietta), Memushaj, Perotti e Caprari

luciano_spalletti
Roma-Pescara, le parole di Spalletti nel dopo partita

ROMA – La Roma, con fatica, batte il Pescara per 3-2 e sale a -4 dal primo posto, approfittando del ko alquanto inaspettato della Juventus a Genova.

Inizia bene la squadra di casa con Dzeko che, accoglie due cross di Diego Perotti, e sigla in 10 minuti le prime due reti di gara. Nel secondo tempo gli abruzzesi spingono e accorciano le distanze con Memushaj, ma poco dopo Perotti si procura un rigore, per fallo subito da Crescenzi, e spiazza Bizzarri dal dischetto. Su un errore difensivo dei padroni di casa ci pensa Caprari a segnare il gol del definitivo 3-2.

Spalletti ha rilasciato diverse dichiarazioni nel dopo partita:

“La squadra ha fatto una bella vittoria – ha detto ai microfoni di Premium Sport – Non era facile portare a casa i tre punti contro una squadra che ha giocato tranquilla, senza pressione. Ci sono capitate delle palle gol che non abbiamo sfruttato mentre loro sono stati bravi a farne due e hanno mancato il terzo. Stiamo lavorando sulla testa dei giocatori perché quando sei in vantaggio di due gol la credi troppo facile e rallenti, non fai più le cose con determinazione e gli altri possono crearti problemi. In questo campionato non ci sono partite facili e niente e’ impossibile, con tutte queste squadre vicine ci può stare qualsiasi cosa“; e ancora su Edin Dzeko: “Cominci anche lui a giocare meglio e darci una mano perché non contano solo i gol – replica Spalletti – E’ tutta la manovra che conta e anche dal punto di vista dell’aggressività dobbiamo lavorare. Ma anche se abbiamo concesso troppo, tante cose sono state fatte bene ed e’ importante anche portare a casa qualche vittoria senza essere bellissimi, con mestiere. Bisogna vincere e basta e oggi l’abbiamo vinta meritatamente“.

A cura di Simone Bortune