Sabatini: “De Rossi? Molto fiduciosi. Scintille Luis Enrique-Heinze? Cose vecchie”

219 0

Walter Sabatini, presente all’assemblea della Fissc (Federazione italiana Sostenutori Squadre Calcio) al Park Hotel Mancini ha parlato durante l’evento:

“La mia esperienza a Roma? Esaltante. Il cammino della Roma è fatto di qualche curva, qualche sbandamento ma siamo soddisfatti perché stiamo crescendo bene. Si stanno affermando alcuni valori importanti sui quali abbiamo investito molto quindi siamo tutti molto fiduciosi.

A gennaio si tornerà sul mercato?

“Dobbiamo prima confrontarci con il tecnico e capire quali saranno le eventuali esigenze. Sul mercato si torna per integrare l’organico, qualche correzione perché non abbiamo rilevato carenze importantissime. C’ una richiesta legittima dell’allenatore , alcuni calciatori sono sotto utilizzati e, in accordo con loro, li sistemeremo altrove per abbassare il numero di calciatori”

Oggi su Milano Finanza c’è un’intervista a Fenucci in cui si parla del contratto di De Rossi. A che punto siamo?

“Pensavo che Milano Finanza servisse ad altre cose non per parlare del contratto di De Rossi, pensavo si analizzasse la situazione economica complessiva. L’ho già detto in più di un’occasione è una priorità assoluta per la Roma e lo è anche per il ragazzo. Siamo tutti molto fiduciosi…”

Nico Lopez ancora non formalizzato. Cosa manca per arrivare alla conclusione?

“Dobbiamo solo formalizzare e mettere a posto alcune cose, ma è fatto, non penso ci siano problemi”.

Ritornando al mercato di gennaio, Van der Wiel potrebbe essere una pista?

“No, Perché ci dobbiamo tornare sul mercato di gennaio? No, mi sono già espresso, è un ottimo calciatore ma non è nelle nostre mire, non va bene per noi”.

Nico Lopez è un attaccante, non ci vogliono invece alcuni esterni?

“Mi ero già espresso su questo. Tutte le squadra sono rinforzabili, anche le più forti ma noi non sentiamo questa esigenza perché i valori si devono ancora attestare, concretizzare, non sappiamo ancora quanto valga la squadra. Cercheremo di rendere più organico il gruppo. Sentiamo invece l’esigenza di rendere più armonico l’organico. Ci sono giocatori che forse sono in esubero”.

Sulle sentenze di Calciopoli?

“Non mi va di commentare perché è il primo grado e bisogna rispettare tutti finché non ci sono le decisioni definitive. Bisogna rispettare tutte le persone coinvolte fin quando non ci sarà un esito definitivo”.

Tra quelli che ha portato c’è qualcuno in particolare che l’ha stupita?

“Non riesco mai fare questo distinguo, guardo la squadra nel suo insieme. Ha avuto un andamento oscillatorio ma ha fatto vedere delle cose importanti. E’ stata sempre condannata Roma-Milan ma io ho anche detto a Luis Enrique che in quella gara ho visto tante azioni belle e occasioni da gol, se riusciremo a concretizzarle e ad allargare la qualità nell’arco della partita di più vedremo una grande Roma”

Ora c’è la gara contro il Lecce

“E’ la più importante poi ne avremo tante altre contro squadre che sono come noi e noi dovremo essere più di loro, e noi ci attrezzeremo per esserlo”

Scintille Luis-Enrique-Heinze?

“Sono cose vecchie riportate solo ora dalla stampa, vecchie di almeno 10 giorni. Se non ha prodotto effetti vuol dire che il fatto non sussiste”

[Francesco Gorzio – Fonte: www.vocegiallorossa.it]