Sampdoria, Ferrero: “Ho provato a chiedere Cutrone”

Il presidente blucerchiato si è detto molto soddisfatto della sua esperienza personale nel mondo del calcio e ha speso parole di elogio per Quagliarella, Schick e Cutrone, svelando un retroscena di mercato riferito al giovane attaccante del Milan. Le ultime da BogliascoSampdoria, Ferrero: "Ho provato a chiedere Cutrone"

GENOVA – Ospite negli studi di Tiki Taka, Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ha toccato tantissimi argomenti. Il patron blucerchiato ha cominciato col parlare della sua esperienza personale. “Il calcio mi ha dato emozioni inaspettate -ha dichiarato- Rappresento il popolo in modo normale, prendo gli autobus, non ho aerei privati o elicotteri. Sono uno di loro. La cosa che mi fa felice qui alla Sampdoria è che, dopo che sono arrivato io, stiamo rifacendo il centro di allenamento. Abbiamo inaugurato Casa Samp e la struttura a Bogliasco diventerà un fiore all’occhiello“. Ferrero ha aggiunto che dal calcio anche al giorno d’oggi si può ancora guadagnare. “A patto che si tengano i conti in ordine e si tratti una squadra di calcio come un’azienda”

Di Quagliarella, spesso autore di gol decisivi in questo campionato, ha detto che “è un uomo eccezionale, un campione che si diverte ancora”, individuando proprio in questo fattore la sua arma vincente. Di Schick che “è un vero campione, un talento naturale, un ragazzo umanamente pazzesco” e che ha solo bisogno di tempo per conquistare tutti. Promosso il VAR: “Aiuta molto, è lo strumento importante che abbiamo voluto”. Ferrero ha infine svela infine un retroscena di mercato: Patrik Cutrone é stato vicino alla Sampdoria “È un ragazzo di grande prospettiva. Ho provato a chiederlo al Milan ma non lo cedevano. L’ho cercato prima che facesse tutti questi gol”.

Le ultime da Bogliasco

Intanto a Bogliasco sono proseguiti gli allenamenti in vista della sfida proprio contro il Milan di domenica prossima. Come ha comunicato dalla Sampdoria attraverso il sito ufficiale, sul campo 2 del “Mugnaini” i giocatori maggiormente impiegati contro l’Hellas Verona sono stati sottoposti ad un allenamento rigenerativo. Il resto della rosa ha invece svolto una serie di partitelle tattiche a tema, lavoro aerobico a secco e, infine, una partita a rettangolo da gioco ridotto. Assente il solo Dennis Praet ha proseguito tra campo e palestra il proprio iter di recupero agonistico.