Sarri: “Abbiamo il dovere di crederci”

345

Abbiamo il dovere di crederci, anche se non ci sono tante possibilità. Cosi si é espresso Sarri, tecnico del Napoli, alla vigilia del match

NAPOLI – Il Napoli di Sarri non ha il destino nelle sue mani. Deve solo pensare alla sua partita contro la Sampdoria e sperare che la Roma non vinca contro il Genoa. Due partite che, oltre il secondo posto, decideranno anche il titolo di capocannoniere. Dzeko ha, infatti, un solo un gol di vantaggio su Mertens.

La partita di domani

Il tecnico azzurro ha dichiarato che la squadra deve continuare a crederci, anche se non ci sono molte possibilità. I ragazzi hanno entusiasmo, stanno bene mentalmente e fisicamente. Di frine avranno la la Samp, una squadra in grado di mettere in difficoltà chiunque. A suo parere il Napoli dovrà dimostrare mentalità. Ha definito Sarri un giocatore fenomenale. I suoi ragazzi dovranno fare una grande partita in maniera tale da creargli le opportunità per inseguire il titolo di capocannoniere. Sarri ha ammesso di essersi sbaglaito all’inizio sul suo conto, come altri prima di lui perché non si era accorto cheé un attaccante centrale.

L’addio al calcio di Totti

L’allenatore del Napoli ha anche celebrato il capitano della Roma, definendolo un fuoriclasse assoluto. Secondo lui c’è solo da alzarsi in piedi e applaudirlo e poi ha aggiunto “uno dei talenti più puri d’Europa, non ho mai visto uno che spalle alla porta mette in porta il compagno di squadra, è il suo marchio di fabbrica”.

L’analisi della stagione

Sarri si è complimentato con tutto il gruppo, che ha saputo mantenersi saldo anche dopo sconfitte e difficoltà. Si é detto contento dei giovani, che crescono in maniera esponenziale: Diawara, Rog, Milik con grandi margini di miglioramento. Secondo lui anche Zielinski può diventare un fuoriclasse. Il tecnico toscano si é detto dispiaciuto che la stagione finisca ore perchè il Napoli é in gran forma la stagione adesso. Sul fatto che la Roma abbia potuto fruire di ben 14 rigori, ha dichiarato che il Napoli gioca altrettanto in area e quindi avrebbe dovuto averne qualcuno in più dei sei concessi.